Appalti: quelli per i lavori di manutenzione sbarcano sul Mepa

Appalti: quelli per i lavori di manutenzione sbarcano sul Mepa

Sono stati pubblicati il 1° luglio 2016 sul sito del “Mercato elettronico della P.A.” i primi 7 bandi relativi ai lavori di manutenzione.

Amministrazioni pubbliche e Imprese possono ora negoziare sul Portale “Acquisti in Rete”, non più soltanto acquisti di beni o servizi, ma anche appalti di lavori.

Le Imprese possono già inviare la domanda di abilitazione e potranno rispondere alle richieste di offerta delle Amministrazioni per appalti di lavori fino a 1 milione di Euro.

I bandi sono stati organizzati sulla base della specificità delle opere oggetto di manutenzione: dalle opere edili ai beni del patrimonio culturale, dalle opere stradali, ferroviarie e aeree a quelle idrauliche, marittime e delle reti gas, dagli impianti al settore ambiente e territorio, per finire con le opere specializzate.

Per ciascun bando, gli operatori economici si possono abilitare per l’esecuzione di lavori con importi inferiori a Euro 150.000 (in tal caso attestando il possesso dei requisiti di cui all’art. 90 del Dpr. n. 207/2010) oppure per lavori con importi pari o superiori a Euro 150.000 (attestando la relativa qualificazione Soa).

I bandi non prevedono la compilazione e la pubblicazione di un catalogo e, pertanto, la possibilità di emettere ordini diretti: l’unica modalità di affidamento dell’appalto sarà, quindi, la richiesta di offerta.

Come specificato in una Nota pubblicata sulla home del Portale dedicato, il mercato di riferimento dei nuovi bandi ha dimensioni rilevanti. Il valore complessivo della spesa della P.A. per lavori di manutenzione è stato pari a circa 4,7 miliardi di Euro nel 2015, 2,5 dei quali sono stati generati da procedure di acquisto di importo inferiore al milione di Euro.


Related Articles

Divieto assunzioni causa mancata approvazione bilancio consolidato: condanna di un Dirigente comunale per la violazione dello stesso

Corte dei conti – Sezione Seconda giurisdizionale centrale d’Appello – Sentenza n. 105 del 17 marzo 2022 di Antonio Tirelli

“Piani di riequilibrio finanziario pluriennale”: al via le nuove riformulazioni

La Legge n. 205/17 (“Legge di bilancio 2018”) ha aperto la nuova stagione delle riformulazioni e rimodulazioni dei “Piani di

Istanze di Interpello: le indicazioni operative sulle nuove procedure contenute in un Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate

Con il Provvedimento Prot. n. 27 del 4 gennaio 2016, il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha attuato le nuove disposizioni