Applicazione dell’avanzo al bilancio di previsione: regole e facoltà eccezionali per le Province e le Città metropolitane

Applicazione dell’avanzo al bilancio di previsione: regole e facoltà eccezionali per le Province e le Città metropolitane

Nella Delibera n. 13 del 21 luglio 2020 della Corte dei conti – Sezione Autonomie, viene chiesto nei seguenti termini dall’Upi un parere in merito alla destinazione dell’avanzo libero riscontrato a rendiconto: “se tali risorse libere accertate nel risultato di amministrazione debbano essere contabilizzate come avanzo destinato andando a ricostituire la parte, considerata come non utilizzata, di tale avanzo destinato impiegato per il riequilibrio della parte corrente del bilancio di previsione”.  

La Sezione rileva che nel risultato di amministrazione l’avanzo è realizzato dalle risorse acquisite nel corso della gestione dell’anno o rinvenienti da esercizi precedenti che non

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Bilanci Enti Locali: principi di diritto sulla corretta contabilizzazione delle anticipazioni di liquidità di cui al Dl. n. 35/13

La Sezione Autonomie della Corte dei conti si è espressa, con la Delibera n. 33 del 18 dicembre 2015, sulla

Imposta di soggiorno: “no” al rimborso delle spese sostenute dalle strutture ricettive per la gestione e riscossione dell’Imposta

Nella Delibera n. 159 del 19 dicembre 2018 della Corte dei conti Campania, un Comune richiede un parere circa la

Invio telematico di fatture e corrispettivi: definite le specifiche tecniche e i termini per la trasmissione dei dati

Con due Provvedimenti del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 28 ottobre 2016, facenti seguito alla pubblicazione sulla G.U. n. 249

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.