Applicazione dell’avanzo al bilancio di previsione: regole e facoltà eccezionali per le Province e le Città metropolitane

Applicazione dell’avanzo al bilancio di previsione: regole e facoltà eccezionali per le Province e le Città metropolitane

Nella Delibera n. 13 del 21 luglio 2020 della Corte dei conti – Sezione Autonomie, viene chiesto nei seguenti termini dall’Upi un parere in merito alla destinazione dell’avanzo libero riscontrato a rendiconto: “se tali risorse libere accertate nel risultato di amministrazione debbano essere contabilizzate come avanzo destinato andando a ricostituire la parte, considerata come non utilizzata, di tale avanzo destinato impiegato per il riequilibrio della parte corrente del bilancio di previsione”.  

La Sezione rileva che nel risultato di amministrazione l’avanzo è realizzato dalle risorse acquisite nel corso della gestione dell’anno o rinvenienti da esercizi precedenti che non

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Divieto conferimento incarichi presso P.A. a soggetti in pensione: i contratti come addetti stampa ai giornalisti non vi rientrano

La Corte dei conti, Sezione Centrale del controllo di legittimità sugli atti del Governo e delle Amministrazioni dello Stato, con

Catasto immobili: nuove modalità di predisposizione e presentazione, attraverso il canale telematico, delle domande di volture catastali

L’Agenzia delle Entrate ha emanato il Provvedimento 10 febbraio 2021, avente ad oggetto “Nuove modalità per la predisposizione e la

Finanza locale: in una lettera inviata ai Ministri le proposte emendative dei Comuni

Con una Nota diffusa sul proprio sito istituzionale il 16 marzo 2016, l’Anci ha reso note le richieste in materia

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.