Archivio fiscale: gli aspetti operativi per adeguarsi in vista della scadenza del 31 dicembre 2016

Archivio fiscale: gli aspetti operativi per adeguarsi in vista della scadenza del 31 dicembre 2016

Il 31 dicembre 2016 scade il termine per inviare in conservazione l’Archivio fiscale contenente i documenti informatici fiscalmente rilevanti prodotti e ricevuti nel 2015 (art. 3, comma 3, Dm. 17 giugno 2014).

Dal punto di vista pratico, l’Ente deve organizzarsi per gestire l’adempimento che, fra l’altro, coinvolge anche la problematica relativa alla conservazione di tutti i documenti informatici ricevuti e spediti dall’Ente quali, a titolo esemplificativo, messaggi Pec, e-mail, contratti d’appalto elettronici, mandati e reversali. Infatti, la conservazione dei documenti informatici non si esaurisce più nella semplice memorizzazione del file in un supporto di memoria (bit preservation) come

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Mobilità personale Province: “via libera” alle assunzioni in Lombardia e Toscana

Dopo Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Piemonte, Sardegna e Veneto, anche le Regioni Lombardia e Toscana, così come gli Enti

Appalti pubblici: firmato il Decreto per la digitalizzazione

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) ha firmato il Decreto che definisce le modalità e i tempi di

Consulenze: la decisione di avvalersi di Professionisti esterni per avere assistenza in determinate attività spetta agli Enti

Nella Delibera n. 166 del 21 aprile 2015 della Corte di conti Sicilia, l’Assessore regionale delle Attività produttive chiede di