Arconet: Faq n. 38 del 3 marzo 2020 – “Fcde” ed elaborazione Indicatori relativi ai debiti commerciali 2019

Arconet: Faq n. 38 del 3 marzo 2020 – “Fcde” ed elaborazione Indicatori relativi ai debiti commerciali 2019

Secondo quando chiarito da Arconet con la Faq n. 38 del 3 marzo 2020, per l’esercizio 2019 gli Enti possono continuare a calcolare gli Indicatori di pagamento di cui all’art. 1, comma 859, lett. a) e b), della Legge n. 145/2018, sulla base delle proprie registrazioni contabili.

Nel merito, ad Arconet è stato chiesto se gli Enti Locali possono procedere, nel corso del 2020, ad elaborare gli Indicatori riferiti all’esercizio 2019 sulla base delle informazioni presenti nelle registrazioni contabili dell’Ente.

Nel quesito viene ricordato che l’art. 1, comma 79, della Legge n. 160/2019 (“Legge di bilancio 2020”, vedi Entilocalinews n. 1 del 7 gennaio 2020), consente agli Enti Locali che nell’esercizio precedente a quello di riferimento abbiano registrato Indicatori di pagamento dei debiti commerciali rispettosi delle condizioni di cui all’art. 1, comma 859, lett. a) e b), della Legge n. 145/2018, la facoltà di calcolare nel 2020 e nel 2021 il “Fcde” applicando la percentuale del 90%, piuttosto che quella, rispettivamente del 95% e del 100%.

Gli Indicatori in parola sono: l’Indicatore di riduzione del debito pregresso e quello di ritardo annuale dei pagamenti.

Peraltro, l’art. 1, comma 854, della “Legge di bilancio 2020”, ha fissato la proroga al 2021 dell’intera disciplina del “Fondo garanzie dei debiti commerciali”. Tale proroga consentirà il completamento delle attività di allineamento delle informazioni registrate nella “Pcc” in modo tale che, a decorrere dal 2021, gli Indicatori riferiti all’esercizio precedente saranno elaborati da parte dalle procedure presenti sulla “Pcc”.

Arconet, in via preliminare, richiama la normativa di riferimento – l’art. 1, comma 79, della Legge n. 160/2019 – che consente di stanziare, nel 2020 e nel 2021, un “Fcde” per un valore pari al 90% dell’accantonamento quantificato nell’Allegato al bilancio riguardante il “Fcde”, se nell’esercizio precedente a quello di riferimento sono rispettati gli Indicatori di che trattasi. Il comma 861 della citata “Legge di bilancio 2020” prevede inoltre che gli Indicatori di cui al comma 859 debbano essere elaborati mediante la “Pcc”.

Tale normativa era stata inizialmente modificata dall’art. 50 del Dl. n. 124/2019, che aveva previsto per il solo 2020 e limitatamente all’esercizio 2019, che gli Indicatori potessero essere elaborati sulla base delle informazioni presenti nelle registrazioni contabili dell’Ente. Come già segnalato sopra, successivamente l’art. 1, comma 854, della Legge n. 160/2019, ha rinviato al 2021 l’applicazione delle misure di garanzia, prevedendo una modifica del citato comma 859, per cui è stata abrogata la possibilità prevista dal Dl. n. 124/2019 di calcolare tali Indicatori nel 2020 sulla base delle informazioni presenti nelle registrazioni contabili del 2019.

Per cui, sulla base di quanto sopra esposto, Arconet ritiene che, nelle more dell’applicazione della disciplina riguardante l’applicazione delle misure di garanzia a decorrere dal 2021, limitatamente all’esercizio 2019 l’elaborazione degli Indicatori di cui all’art. 1, comma 859, lett. a) e b), della Legge n. 145/2018, potrà essere effettuata sulla base delle registrazioni contabili dell’Ente.


Related Articles

“Covid-19”: Arera critica le misure del Decreto “Cura Italia” sui nuovi termini di approvazione del Pef Tari 2020

È stato pubblicato sul sito web di Arera il Comunicato 24 marzo 2020, rubricato “Emergenza Covid-19. Misure sulle tariffe della

“Uniemens”: indicazioni Inps in materia di denunce dei compensi erogati tra il 1996 e il 2004

L’Inps – Direzione centrale Entrate, ha fornito indicazioni relative all’acquisizione, ha pubblicato sul proprio sito istituzionale il Messaggio n. 7390

Ici: immobile di proprietà di Società cooperativa concesso in comodato ad Associazione sportiva

Nella Sentenza n. 14913 del 20 luglio 2016, la Corte di Cassazione si esprime sulla questione riguardante l’esenzione Imu sugli

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.