Assegni familiari e quote di maggiorazione di pensione: aggiornati i nuovi limiti di reddito per l’anno 2017

Assegni familiari e quote di maggiorazione di pensione: aggiornati i nuovi limiti di reddito per l’anno 2017

L’Inps – Direzione centrale Prestazioni a sostegno del reddito, con la Circolare n. 229 del 29 dicembre 2016, ha reso noto che, a decorrere dal 1° gennaio 2017, sono stati rivalutati i limiti di reddito familiare al di sopra dei quali cessa o si riduce il diritto alla corresponsione degli assegni familiari e delle quote di maggiorazione di pensione e i limiti di reddito mensili per il diritto agli assegni familiari stessi.

Le disposizioni in esame riguardano i soggetti esclusi dalla normativa sull’assegno per il nucleo familiare e quindi coltivatori diretti, coloni, mezzadri, piccoli coltivatori diretti e pensionati delle gestioni speciali per i lavoratori autonomi per i quali continua a valere la normativa sugli assegni familiari e sulle quote di maggiorazione di pensione.

Ai fini della cessazione o riduzione della corresponsione degli assegni familiari e delle quote di maggiorazione delle pensioni da lavoro autonomo, i limiti di redditi familiare sono stati rivalutati considerando il tasso d’inflazione programmato per il 2016 pari all’1,5% (le Tabelle allegate alla Circolare riportano i limiti aggiornati di cui sopra).

Il trattamento minimo del “Fondo pensioni lavoratori dipendenti” per l’anno 2017 è fissato ad Euro 501,89.

Ai fini del riconoscimento del diritto agli assegni familiari per l’anno 2017, invece, i limiti di reddito mensili sono i seguenti:

  • Euro 706,82 per il coniuge, per un genitore, per ciascun figlio od equiparato;
  • Euro 1236,94 per 2 genitori ed equiparati.

I nuovi limiti valgono anche in caso di richiesta di assegni familiari per fratelli, sorelle e nipoti.


Related Articles

Rapporto Fisco-contribuenti: presentati i rapporti Ocse e Fmi sull’Amministrazione fiscale italiana

Il Mef rende noto sul proprio sito istituzionale che, in data 19 luglio 2016, sono stati presentati ai parlamentari delle

Affidamento di servizi a Enti del Terzo Settore e Cooperative sociali: pubblicate le “Linee guida” Anac 

Con la Delibera n. 32 del 20 gennaio 2016, pubblicata nei giorni scorso sul proprio sito istituzionale, l’Anac ha dettato

Bilancio di previsione Enti Locali 2019/2021: in G.U. il Decreto che ufficializza l’annunciata proroga al 31 marzo 2019

Come anticipato dal verbale della seduta del 17 gennaio 2019 della Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali, slitta al 31 marzo