Assemblea annuale Anci: Mezzogiorno e immigrazione le priorità da affrontare per il rilancio del Paese

Assemblea annuale Anci: Mezzogiorno e immigrazione le priorità da affrontare per il rilancio del Paese

Piano di rilancio per il Sud del Paese e misure per affrontare l’emergenza migranti: queste le misure poste dal Presidente Anci, Piero Fassino, in cima alla lista delle priorità da affrontare per rilanciare l’Italia.

Nel suo discorso conclusivo dell’Assemblea annuale dell’Associazione tenutasi a Torino dal 28 al 30 ottobre 2015, il Sindaco della Città piemontese ha stigmatizzato la scomparsa della “questione meridionale” dall’Agenda politica negli ultimi anni. “Deve tornare ad essere elemento centrale – ha detto Fassino – perché non possiamo accettare che si tratti come se fosse un problema irresolubile. Nessun Paese può crescere a 2 velocità e il nostro sforzo di Amministratori e di classe politica deve essere quello di intervenire in modo deciso sul ripristino della legalità, su un programma di infrastrutture e sulla ricostruzione del welfare sociale ed educativo”.

Altro nodo cruciale, messo in evidenza dal Presidente, è quello dell’accoglienza e della gestione del flusso migratorio: “Va invertita la proporzione che vede il canale dell’emergenza prefettizia occuparsi di quasi il quadruplo dei migranti da accogliere, rispetto a quanto non venga affidato allo ‘Sprar’. E’ lo ‘Sprar’ il Sistema che funziona e al quale bisogna affidarsi, e in questo possiamo contare sull’accordo con il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano”. Quindi il welfare, con la crisi che si accinge a finire e con la necessità “di uscire da questa crisi evitando che le differenza tra i più forti e i più deboli siano più acute di prima. Nessuno va lasciato o deve sentirsi solo, e con questo obiettivo abbiamo il dovere di stringere i rapporti con la rete di inclusione sociale costituita anche dalle migliaia di attori, associazioni ed enti nei territori”.

Investire sul sapere, la ricerca e la conoscenza è l’altro obiettivo cardine della nuova azione politica e amministrativa invocata da Fassino, insieme a un rinnovato impegno “per garantire la sicurezza nelle nostre città”.

Gli investimenti infine, liberati con il superamento del Patto di stabilità interno, “vanno potenziati anche con il ricorso alle partnership con i privati, anche attraverso un adeguamento normativo dedicato a favorire le sinergie con il pubblico”.


Related Articles

“Fondo salario accessorio”: risparmi straordinario

Nella Delibera n. 123 del 23 settembre 2020 della Corte dei conti Lombardia, un Comune, premesso di aver costituito il

Opposizione di terzo: il Tar Napoli fa il punto sui presupposti di ammissibilità

Nella Sentenza 402 del 24 gennaio 2019 del Tar Napoli, i Giudici rilevano che è inammissibile l’opposizione di terzo proposta

Inps: deliberata l’intesa per la nomina di Tito Boeri al vertice dell’Istituto

E’ stata ufficializzata, attraverso l’intesa deliberata all’unanimità dal Consiglio di Indirizzo e Vigilanza il 13 gennaio 2015, la nomina del