Autorità nazionale Anticorruzione: emanato il Dpcm. che ne approva il Piano di riordino

Autorità nazionale Anticorruzione: emanato il Dpcm. che ne approva il Piano di riordino

Con un Avviso pubblicato sulla G.U. n. 76 del 1° aprile 2016, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha annunciato l’avvenuta pubblicazione del Dpcm. 1° febbraio 2016, con il quale è stato approvato il “Piano per il riordino dell’Autorità nazionale Anticorruzione (Anac)”.

Il Decreto, emanato in applicazione dell’art. 19, commi 3 e 4, del Dl. n. 90/14, ha una natura sostanzialmente ricognitiva delle norme che trovano applicazione al personale dell’Autorità, stante la non avvenuta abrogazione delle disposizioni introdotte in merito dal “Codice degli appalti”. Pertanto, come precisato nella Premessa del Documento, continuano a trovare applicazione a tutto il personale dell’Autorità, una volta confluito in unico ruolo, in particolare le previsioni di cui agli artt. 8 e 253, comma 4, lett. a), del Dlgs. n. 163/06, ivi comprese quelle del Dlgs. n. 165/01, laddove applicabili.

Con l’emanando Dpcm. – si legge – è, invece, possibile intervenire a derogare quelle disposizioni contenute in provvedimenti di pari fonte; in particolare, a far data dall’entrata in vigore dello stesso, non troveranno più applicazione le norme regolamentari che disciplinano l’organizzazione e il funzionamento della Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle Pubbliche Amministrazioni, poi Autorità nazionale Anticorruzione e per la trasparenza e la valutazione delle Pubbliche Amministrazioni, e quelle che disciplinano la soppressa Autorità di vigilanza sui contratti pubblici. In particolare, non trovano più applicazione il Dpcm. 23 luglio 2007, recante la dotazione organica dell’ex Avcp ed il Decreto del Ministro della Pubblica Amministrazione adottato di concerto con il Mef 12 marzo 2010, recante la ‘Definizione delle attribuzioni della Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle PP.AA.’”.

Il Dpcm. approva dunque il “Piano di riordino” e provvede alla istituzione di un unico ruolo del personale, istituendo una nuova dotazione organica.


Related Articles

Concorso: illegittimo il bando che richieda titoli di accesso ultronei rispetto al posto da ricoprire

Nella Sentenza n. 6972 del 14 ottobre 2019 del Consiglio di Stato, la questione controversa concerneva il ricorso presentato da

Bilancio e ordinamento contabile: il controllo sul permanere degli equilibri generali di bilancio

L’art. 193 del Tuel, rubricato “Salvaguardia degli equilibri di bilancio”, prescrive, al comma 1, che gli Enti Locali devono rispettare,

Rendiconto 2012: pubblicato l’elenco delle certificazioni mancanti

Con un Comunicato Fl. datato 23 ottobre 2014, il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno ha