Avvalimento di garanzia: l’oggetto deve essere chiaramente determinato

Avvalimento di garanzia: l’oggetto deve essere chiaramente determinato

 

Nella Sentenza n. 832 del 30 maggio 2015 del Tar Sardegna, Sezione Prima, il cosiddetto “avvalimento di garanzia”, con il quale l’Impresa ausiliaria mette la propria solidità economica e finanziaria al servizio dell’aggiudicataria ausiliata, non deve rimanere astratto, cioè svincolato da qualsivoglia collegamento con risorse materiali o immateriali.

Secondo i Giudici, l’avvalimento deve assicurare l’effettività dell’impegno assunto con il contratto, a tutela, sia dell’interesse pubblico che fa capo alla stazione appaltante e che potrebbe essere eluso in caso di ricorso a clausole generiche, sia delle regole di fondo dell’autonomia privata.

Nel caso del cd. “avvalimento di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Armonizzazione: una proposta di “piano di lavoro” per rendere più agevole agli Enti Locali l’avvio della riforma della contabilità

Premessa Come ci viene esplicitamente ricordato nella Relazione illustrativa allo Schema di decreto legislativo recante “Disposizioni integrative e correttive del

Contabilità economico-patrimoniale: quale iter di approvazione per gli Enti con popolazione inferiore a 5.000 abitanti ?

Il quesito: “Qual è la procedura da seguire in sede di rendiconto della gestione 2017 per i Comuni con popolazione

Responsabilità: condanna di un Dirigente per il riconoscimento di spese legali di Amministratori comunali quali debiti fuori bilancio

Corte dei conti – Sezione terza giurisdizionale centrale d’Appello – Sentenza n. 548 del 29 ottobre 2015 Oggetto Condanna del