Avviso di accertamento: emanazione prima del decorso del termine di 60 giorni

Avviso di accertamento: emanazione prima del decorso del termine di 60 giorni

Nella Sentenza n. 4543 del 5 marzo 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici rilevano che l’art. 12, comma 7, della Legge n. 212/00, deve essere interpretato nel senso che l’inosservanza del termine dilatorio di sessanta giorni per l’emanazione dell’avviso di accertamento, termine decorrente dal rilascio al contribuente, nei cui confronti sia stato effettuato un accesso, un’ispezione o una verifica nei locali destinati all’esercizio dell’attività, della copia del processo verbale di chiusura delle operazioni, determina di per sé, salvo che ricorrano specifiche ragioni di urgenza, la illegittimità dell’atto impositivo emesso ante tempus, poiché detto termine è posto a garanzia

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Acquisto di beni immobili da parte delle P.A.: il punto della Corte dei conti Friuli sui presupposti affinché sia legittimo

Nella Delibera n. 44 del 25 settembre 2018 della Corte dei conti Friuli Venezia Giulia, viene chiesto un parere sulla

Anomalia dell’offerta: la motivazione del giudizio negativo deve essere rigorosa ed analitica

Nella Sentenza n. 974 del 10 giugno 2019 del Tar Lecce, i Giudici chiariscono che, in sede di verifica delle

Incarichi: non è possibile procedere all’affidamento se non è stato approvato il Piano della performance 

Corte dei conti Piemonte, Delibera n. 162 del 9 novembre 2015 Nella fattispecie in esame la Sezione afferma che l’adozione