Azienda speciale: per la revoca dell’incarico di Amministratore non occorrono particolari motivazioni

Azienda speciale: per la revoca dell’incarico di Amministratore non occorrono particolari motivazioni

Nella Sentenza n. 1379 dell’11 marzo 2019 del Tar Campania, un Sindaco ha revocato l’incarico al Presidente di una Azienda speciale (Ente strumentale del Comune in questione ex art. 114 del Dlgs. n. 267/2000) avente ad oggetto la gestione del “Servizio idrico integrato” e dei beni comuni ad esso connessi.

I Giudici rilevano che la questione controversa in esame riguarda la revoca di un incarico di natura fiduciaria rimessa all’ampia valutazione discrezionale dell’Amministrazione comunale, per il quale l’unico criterio di riferimento è costituito da quello politico-amministrativo riferibile all’Organo di vertice.

Di conseguenza, non è richiesta per la revoca, così come per l’affidamento dell’incarico, alcuna particolare motivazione, venendo in rilievo valutazioni attinenti alla rilevanza di fattori non normativamente predeterminati. Trattandosi di incarico di natura fiduciaria, il venir meno di tale rapporto giustifica l’adozione del provvedimento di revoca, senza che la stessa assuma quindi connotazione sanzionatoria.


Related Articles

Cosap: legittimo l’aumento del canone per le zone di pregio

Nella Sentenza n. 11036 del 3 settembre 2015 del Tar Lazio, i ricorrenti, alcuni titolari di posteggi assegnati con la

Debiti P.A.: corretta contabilizzazione delle anticipazione di liquidità di cui al Dl. n. 35/2013

Nella Delibera n. 125 del 27 settembre 2016 della Corte dei conti Molise, un Sindaco ha formulato una richiesta di

Comunicazione di aggiudicazione: se incompleta, può differirsi il termine di impugnazione

Nella Sentenza n. 2190 del 3 aprile 2019 del Consiglio di Stato, un Comune indiceva una procedura aperta per l’affidamento,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.