Bandi di gara: illegittima la clausola che prevede il sorteggio in caso di offerte identiche

Bandi di gara: illegittima la clausola che prevede il sorteggio in caso di offerte identiche

Nella Sentenza 1454 del 16 giugno 2017 del Tar Sicilia, un Comune ha indetto una gara con procedura negoziata per l’affidamento del “Servizio di assistenza domiciliare per anziani, minori, utenti diversamente abili e nuclei familiari in condizioni di disagio” per l’anno 2017, della durata di 7 mesi e 15 giorni, da affidare col criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Alla selezione hanno preso parte 5 concorrenti, tra cui la ricorrente Onlus e come controinteressata una Cooperativa. Constatata la parità di punteggio conseguito nella misura massima da tutti i concorrenti, la Commissione di gara ha proceduto all’estrazione a sorte dell’aggiudicatario,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Anticorruzione: aggiornate le Faq sui prezzi di riferimento in ambito non sanitario

Con un Comunicato del 2 agosto 2019, l’Anac ha pubblicato l’aggiornamento delle Faq sui prezzi di riferimento in ambito non

Riforma Costituzionale: fissata al 4 dicembre 2016 la data del Referendum confermativo

Con una Nota pubblicata il 27 settembre 2016 è stato reso noto che l’attesa data in cui si svolgerà il

“Trasparenza”: confermati gli obblighi di pubblicare gli emolumenti dei Dirigenti

Anac, con un Comunicato pubblicato sul proprio sito in data 24 novembre 2017, evidenzia come siano stati confermati gli obblighi