Bilancio e ordinamento contabile: Assessori al bilancio delle grandi Città chiedono al Governo interventi per evitare squilibri

<a>Bilancio e ordinamento contabile: Assessori al bilancio delle grandi Città chiedono al Governo interventi per evitare squilibri</a>

Anci, con il Comunicato-stampa 11 aprile 2022 pubblicato sul proprio sito, informa che gli Assessori al Bilancio delle grandi Città hanno chiesto al Governo risposte urgenti nel prossimo “Decreto Emergenze”: “senza un intervento normativo molti bilanci di Comuni di ogni dimensione rischiano di andare in squilibrio”. 

Tutto questo è emerso durante la riunione degli Assessori che, alla presenza del Delegato alla Finanza locale Anci e del Presidente dell’omonima Commissione, hanno fatto il punto sui problemi principali che affliggono i bilanci dei Comuni.

Gli Assessori di Milano, Venezia, Bologna, Napoli, Bari, Reggio Calabria, Firenze e Genova chiedono l’integrazione dei fondi a sostegno del “caro bollette” per almeno il doppio di quanto già stanziato. Chiedono inoltre un’azione sui mancati introiti derivanti dall’Imposta di soggiorno, la cui compensazione è insufficiente con particolare riguardo alle Città d’arte.

Gli Amministratori locali esprimono una forte preoccupazione per l’impatto sulla spesa corrente dei costi relativi all’accoglienza dei profughi ucraini, su cui il Governo ha stanziato 428 milioni che tuttavia non sono giunti ai Comuni.

Rilevante è poi avere una maggiore flessibilità per l’utilizzo degli avanzi di amministrazione in modo da far fronte all’emergenza epidemiologica e al “caro bollette”.

Infine, “chiedendo subito l’avvio del processo di ristrutturazione del debito che i Comuni attendono da quasi 3 anni e che dovrebbe portare benefici anche sui bilanci 2022-2024, gli Assessori delle grandi Città auspicano anche per quest’anno il mantenimento del clima di fiducia tra Comuni e Governo”.


Related Articles

Notifica: è nullo l’atto notificato ex art. 140 Cpc. senza la sottoscrizione dell’avviso di ricevimento della raccomandata informativa

Nell’Ordinanza n. 7388 del 17 marzo 2020 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che in tema di

Concorsi: equipollenza tra titoli di studio sussiste solo se espressamente prevista da un atto normativo

Nella Sentenza n. 5460 del 15 settembre 2020 del Consiglio di Stato, la questione controversa riguarda il requisito del titolo

Semplificazione amministrativa: le comunicazioni relative ai decessi devono essere inviate dai Comuni al Casellario tramite Pec

  E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 72 del 27 marzo 2014 il Decreto Ministero della Giustizia 19 marzo 2014,

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.