Bilancio di previsione Enti Locali 2019/2021: in G.U. il Decreto che ufficializza l’annunciata proroga al 31 marzo 2019

Bilancio di previsione Enti Locali 2019/2021: in G.U. il Decreto che ufficializza l’annunciata proroga al 31 marzo 2019

Come anticipato dal verbale della seduta del 17 gennaio 2019 della Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali, slitta al 31 marzo 2019 il termine per la deliberazione del bilancio di previsione di Comuni, Province e Città metropolitane per il triennio 2019-2021.

A ratificare la decisione è stato il Ministero dell’Interno, con il Decreto 25 gennaio 2019, pubblicato sulla G.U. n. 28 del 2 febbraio 2019.

Ricordiamo che il termine, ordinariamente fissato dal Tuel al 31 dicembre di ogni anno, era già stato precedentemente prorogato con Decreto del Ministero dell’Interno datato 7 dicembre 2018 e pubblicato sulla G.U. n. 292 del 17 dicembre 2018.

La nuova proroga, richiesta congiuntamente da Anci ed Upi, è stata motivata facendo riferimento alla “complessità  del  quadro   giuridico   e   finanziario   di riferimento”.

Si amplia quindi di un ulteriore mese l’orizzonte temporale dell’esercizio provvisorio.


Related Articles

Pagamenti: il Comune creditore di una somma di denaro può concordare un piano di rateizzazione con il debitore

Nella Delibera n. 6 del 2 marzo 2016 della Corte dei conti Basilicata, viene chiesto se: 1) sia possibile applicare

Patrimonio P.A.: prorogato al 1° dicembre 2017 il termine per la rilevazione dei beni immobili per l’anno 2016

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro, con l’Avviso 30 ottobre 2017 ha comunicato la proroga del

Mepa: legittima l’esclusione di un concorrente che ha utilizzato il sistema in modo erroneo

Nella Sentenza n. 1609 del 17 dicembre 2018, n. 1609 del Tar Bari, i Giudici affermano che la partecipazione alle

3 commenti

Scrivi un commento
  1. antoniovalentino204013200
    antoniovalentino204013200 4 aprile, 2019, 22:01

    Salve, vorrei sapere una cosa inerente l’approvazione del previsionale ovvero: cosa succede se alla data del 31 Marzo non solo non è stato approvato il bilancio ma non sono stati approvati nemmeno gli schemi di bilancio dalla giunta comunale? Grazie

  2. antoniovalentino204013200
    antoniovalentino204013200 4 aprile, 2019, 22:03

    Salve vorrei sapere cosa succede se alla data del 04 Aprile, tenendo conto della scadenza del 31 Marzo dell’adempimento in oggetto, non risultano ancora approvati dalla giunta comunale gli schemi di bilancio. Grazie

    • Redazione
      Redazione Author 5 aprile, 2019, 10:49

      Nel caso prospettato deve essere applicata la procedura ex art. 141, commi 1 e 2, del Tuel.
      Il Prefetto, venuto a conoscenza dell’inadempimento di che trattasi con qualunque modalità (sia essa una comunicazione da parte dell’Ente/Segretario comunale o una segnalazione trasmessa dai Consiglieri, o altro), assegna un termine per l’approvazione, in genere pari a 20 giorni dalla comunicazione del Prefetto.
      Nella prassi il Prefetto non procede alla nomina del Commissario ad acta per la redazione del bilancio se l’Ente entro tale termine, provvede a convocare il Consiglio comunale mettendo all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio di previsione e in detto Consiglio effettivamente approva il bilancio.
      Se nelle settimane successive l’inadempimento persiste, il Prefetto procede alla nomina un Commissario ad acta per l’approvazione di detto bilancio affinché lo predisponga d’ufficio per sottoporlo al CC.
      Se il Commissario ad acta non è in grado di predisporre il bilancio o il CC non approva il bilancio predisposto dal Commissario, il Predetto dovrebbe procedere con lo scioglimento del CC (ma sono conosciuti casi in cui tale provvedimento slitta di mesi (per varie ragioni che l’Ente può comunicare al Prefetto).

Only registered users can comment.