Bonus 600 Euro Dl. “Cura Italia”: preoccupazione del Garante per la sicurezza dei dati gestiti tramite il sito Inps

Bonus 600 Euro Dl. “Cura Italia”: preoccupazione del Garante per la sicurezza dei dati gestiti tramite il sito Inps

L’Inps, nella giornata di ieri 1° aprile 2020, ha dato avvio alla fase di presentazione delle domande per il riconoscimento del bonus di 600 Euro per le categorie dei lavoratori autonomi e liberi professionisti, previsto dal combinato disposto degli artt. 27, 28 e 44 del Dl. n. 18/2020 (Decreto “Cura Italia”), attraverso la Piattaforma on line sul proprio sito istituzionale, che ha avuto un esito catastrofico per le centinaia di migliaia di accessi che hanno mandato letteralmente in tilt la piattaforma oltre a evidenziare in diversi casi palesi violazioni alla sicurezza dei dati degli utenti, A tal proposito, il Presidente dell’Autorità, Antonello Soro, è intervenuto manifestando profonda preoccupazione “per questo gravissimo ‘data breach’. Abbiamo immediatamente preso contatto con l’Inps e avvieremo i primi accertamenti per verificare se possa essersi trattato di un problema legato alla progettazione del sistema o se si tratti invece di una problematica di portata più ampia. Intanto è di assoluta urgenza che l’Inps chiuda la falla e metta in sicurezza i dati”. Il Presidente ha ribadito che “quella della mancanza di sicurezza delle banche-dati e dei siti delle Amministrazioni pubbliche è una questione che si ripropone costantemente, segno di una ancora insufficiente cultura della protezione dati nel nostro Paese’”.


Related Articles

Assegnazione sedi farmaceutiche per concorso: i Farmacisti aggiudicatari non possono detenere quote se titolari anche di altra sede

Nella Sentenza n. 214 del 25 gennaio 2018 del Tar Catanzaro, i Giudici si esprimono sull’incompatibilità nell’assegnazione di sedi farmaceutiche

Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano: monitoraggio e certificazione del “Pareggio di bilancio 2016”

É stato pubblicato sulla G.U. n. 170 del 22 luglio 2016 il Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze 31 luglio

Appalti: Anac chiarisce alcuni profili ancora dubbi del nuovo art. 38 del Dlgs. n. 163/06

È stato pubblicato il 25 marzo 2015 sul sito dell’Anac il Comunicato del Presidente 25 marzo 2015, inerente i “criteri

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.