Canile municipale e Parco fluviale: gli incassi devono essere fatturati?

Canile municipale e Parco fluviale: gli incassi devono essere fatturati?

Il testo del quesito:

Abbiamo un dubbio riguardante gli incassi derivanti dalla gestione del Canile municipale. Il Servizio è affidato in appalto e gli incassi, che il gestore ci riversa mensilmente, vengono tutti fatturati. Ad oggi le fatture che ci vengono chieste espressamente, normalmente da altri Comuni, vengono emesse e inviate elettronicamente. Tutti gli altri incassi che provengono da privati vengono fatturati mensilmente senza però inserire sulla fattura, mancando le informazioni, i dati del cliente (dati anagrafici, P.I.). In sostanza emettiamo fatture che non spediamo intestandole ad un cliente fittizio ‘Comune X – Canile’. Dal momento che ai fini

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Associazioni di volontariato: per l’esonero da Iva di alcune attività vale ancora la disciplina al momento vigente

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 445 del 29 ottobre 2019, è intervenuta in merito alla

Società “in house”: mancato esercizio del “controllo analogo”

Nella Sentenza n. 4 del 10 gennaio 2017 della Corte dei conti Lazio, la controversia in esame ha ad oggetto

Immigrazione: slitta al 5 maggio 2017 il termine per aderire allo “Sprar”

E’ stato prorogato al 5 maggio 2017 il termine entro il quale gli Enti Locali possono presentare la domanda di concessione del