Cauzione definitiva: l’impegno al rilascio deve provenire da un fidejussore

Cauzione definitiva: l’impegno al rilascio deve provenire da un fidejussore

Nella Sentenza n. 1936 del 3 settembre 2015 del Tar Lombardia, Milano, i Giudici affermano che una dichiarazione avente ad oggetto l’impegno a rilasciare la cauzione definitiva da parte del concorrente non può essere oggetto di regolarizzazione in sede di gara, essendo ontologicamente e funzionalmente diversa da quella proveniente da un fideiussore, come richiesta dalla normativa, dovendosi pertanto dare luogo alla sua esclusione nel caso in cui, come avvenuto nella fattispecie, tale sanzione fosse stata espressamente prevista dalla lex specialis.

In conseguenza di ciò, è legittima l’esclusione dalla procedura negoziata del concorrente comminata dalla stazione appaltante, poiché l’impegno al

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Contratti pubblici: aggiornato l’Accordo-quadro tra Anac e Procure per migliorare le misure Anticorruzione

Con il Comunicato 4 maggio 2016, il Presidente dell’Anac ha reso noto che, a seguito dell’entrata in vigore del Dlgs.

Risparmi derivanti da piani di razionalizzazione: possono essere utilizzati per riassorbire somme indebitamente erogate a dipendenti

Nella Delibera n. 289 del 12 giugno 2015 della Corte dei conti Veneto, un Sindaco chiede se, rispetto ai risparmi

“Fondo di solidarietà comunale 2015”: erogato il 94,30% della spettanza annuale

Con Comunicato 25 settembre 2015, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha reso noto che nella stessa