Cauzione provvisoria nelle forme di una polizza fideiussoria rilasciata alla sola mandataria: non comporta esclusione

Cauzione provvisoria nelle forme di una polizza fideiussoria rilasciata alla sola mandataria: non comporta esclusione

Nella Sentenza n. 2679 del 5 giugno 2017 del Consiglio di Stato, la questione controversa ha ad oggetto una procedura di affidamento del “Servizio di raccolta differenziata dei rifiuti urbani” (c.d. “porta a porta”). In particolare, la Società seconda classificata impugnava gli atti della procedura di affidamento del Servizio, sostenendo che l’aggiudicataria avrebbe dovuto essere esclusa dalla gara per aver prestato una cauzione provvisoria nelle forme di una polizza fideiussoria rilasciata alla sola mandataria e non anche alla mandante.

I Giudici affermano che, come nel caso di insufficienza dell’importo, la mancata previsione, nella cauzione provvisoria presentata in sede di gara, dell’impegno a rilasciare la cauzione definitiva a tutte le partecipanti ad un Raggruppamento temporaneo di imprese consiste in una mera incompletezza, che ben si presta ad essere regolarizzata con una successiva dichiarazione del garante, su richiesta della stazione appaltante, di estensione soggettiva della garanzia in questione. Pertanto, la carenza ha dunque natura meramente formale, cui non corrisponde alcuna inaffidabilità sul piano sostanziale.


Related Articles

Incentivi tecnici per appalti di manutenzione straordinaria e ordinaria: l’intervento della Sezione Autonomie

Nella Delibera n. 2 del 9 gennaio 2019 della Corte dei conti Autonomie, viene chiesto un parere sulla possibilità di

Appalti pubblici: coordinamento delle procedure di aggiudicazione  

Nella Sentenza n. C-6/15 del 14 luglio 2016 della Corte di Giustizia europea, i Giudici rilevano che l’art. 53, della

Appalti pubblici: esclusione di un operatore economico dalla partecipazione

Nella Sentenza C-267/18 del 3 ottobre 2019 della Corte di Giustizia europea, i Giudici chiariscono che l’art. 57, paragrafo 4,