“Certificati bianchi”: come contabilizzare le entrate derivanti dalla loro vendita?

“Certificati bianchi”: come contabilizzare le entrate derivanti dalla loro vendita?

Il testo del quesito:

Rilevazione in bilancio delle entrate derivanti dalla vendita di ‘certificati bianchi’ assegnati al Comune dal Gse.

Nel mese di ottobre 2014 si è proceduto all’accreditamento del Comune presso il ‘Gestore dei servizi rnergetici’ (Gse) quale soggetto volontario, ai fini anche del riconoscimento dei ‘certificati bianchi’ (Tee) per iniziative di efficientamento energetico del patrimonio comunale e della consequenziale opportunità di negoziazione, per il tramite dell’Energy manager, dei suddetti titoli sulla piattaforma digitale istituita allo scopo.

Il Servizio comunale competente ha comunicato di aver provveduto a concludere un’operazione di vendita di un primo lotto dei certificati e

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Finanza locale: tutte le novità introdotte dalla “Manovrina” per Enti Locali e Società pubbliche

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 95 del 24 aprile 2017 (S.O. n. 20), il Dl. 24 aprile 2017, n.

“Legge Anticorruzione”: tutte le novità introdotte dalla norma

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 124 del 30 maggio 2015 la Legge 27 maggio 2015, n. 69, rubricata “Disposizioni

Iva su impianti fotovoltaici: le fatture emesse dal 1° gennaio 2015 al Gse sono soggette a “reverse charge”?

Il testo del quesito: “Le fatture emesse dal 1° gennaio 2015 al Gse sono soggette a ‘reverse charge’?” La risposta