“Certificazione Unica 2016”: le informazioni Inps sulle modalità e i canali di rilascio

“Certificazione Unica 2016”: le informazioni Inps sulle modalità e i canali di rilascio

Con la Circolare n. 55 del 22 marzo 2016, l’Inps ha illustrato le modalità attuative relative al rilascio della “Certificazione Unica 2016” (“Cu 2016”) e i diversi canali a disposizione dell’utenza.

Come ogni anno infatti l’Inps, in veste di sostituto d’imposta, mette a disposizione dei cittadini la Cu di cui al Dpr. n. 322/98, art. 4, commi 6-ter e 6-quater) da utilizzare in sede di dichiarazione dei redditi.

La Certificazione Unica include, oltre ai redditi di lavoro dipendente e di pensione, anche i redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.

Come si evince dal Documento di prassi, la “Certificazione Unica 2016” può essere richiesta tramite:

  • il sito web Inps dall’Area “Servizi online”;
  • lo sportello dedicato o la postazione informatica self service presso le strutture territoriali Inps;
  • Pec;
  • gli Enti di Patronato, i Caf o i professionisti abilitati all’assistenza fiscale.

Si evidenzia poi che i cittadini possono ottenere la “Certificazione Unica 2016” anche presso i Comuni e le altre P.A. che abbiano sottoscritto un protocollo con l’Istituto per l’attivazione di un punto cliente di servizio.

L’Inps ha in proposito specificato che “la visualizzazione della Certificazione Unica da parte degli operatori delle pubbliche amministrazioni è subordinata all’esistenza di una specifica richiesta del cittadino con le stesse modalità di accesso alle banche dati e di conservazione dei documenti previste per gli intermediari abilitati”.


Related Articles

Contrasto alla povertà: varata la Legge-delega per la riforma del Sistema dei “Servizi sociali”

Pubblicata sulla G.U. del 24 marzo 2017, n. 70, è entrata in vigore la Legge-delega 15 marzo 2017, n. 33,

Processo tributario: condizioni per l’ammissibilità dell’impugnazione tardiva

Nella Sentenza n. 5098 del 26 novembre 2015 della Ctr Lombardia, i Giudici affermano che, nel processo tributario, l’ammissibilità dell’impugnazione