Certificazioni di qualità: costituiscono requisiti di partecipazione e non elementi di valutazione

Certificazioni di qualità: costituiscono requisiti di partecipazione e non elementi di valutazione

Nel Parere n. 33 del 1°aprile 2015, l’Anac statuisce che le clausole dei bandi di gara che introducono, tra gli elementi di valutazione dell’offerta, le certificazioni del sistema di gestione per la sicurezza, le certificazioni di qualità ambientale ed altre certificazioni, ed attribuiscono ad esse uno specifico punteggio all’interno del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa integrano una violazione del divieto di commistione tra requisiti soggettivi di partecipazione ed elementi oggettivi di valutazione dell’offerta.

Nel Parere n. 34 del 1° aprile 2015, l’Anac afferma che è legittima la previsione del bando di gara che richiede, tra i requisiti di partecipazione relativi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Concessione Impianti sportivi: possibile l’affidamento diretto se va deserta la procedura ex art. 30 del Dlgs. n. 163/06

Nel Parere n. 87 del 2 dicembre 2015, l’Anac rileva che, in caso di esito infruttuoso di una gara svolta

Obblighi pubblicazione P.A.: Anac annuncia verifiche a partire da febbraio

A partire da febbraio 2017, l’Autorità nazionale Anticorruzione effettuerà i tentativi di accesso automatizzato alle Url comunicate dalle Amministrazioni per

Reiterazione contratti a tempo determinato P.A.: implica diritto al risarcimento del danno ma non all’avvio di un tempo indeterminato

Nella Sentenza n. 27481 del 30 dicembre 2014 in questione, la Suprema Corte ribadisce che la violazione di disposizioni imperative