Clausola sociale sulla stabilità occupazionale: riguarda la fase esecutiva

Clausola sociale sulla stabilità occupazionale: riguarda la fase esecutiva

Nella Sentenza n. 1494 del 22 settembre 2017 del Tar Puglia, una Società ha impugnato il provvedimento di aggiudicazione definitiva in favore di una ditta dell’appalto indetto per la fornitura di servizi di pulizia, manutenzione, portineria ed assistenza d’ormeggio presso un porto turistico. I Giudici pugliesi rilevano che il principio della “clausola sociale” sulla stabilità occupazionale riguarda, non la fase di formulazione dell’offerta (regolata dal solo bando di gara, quanto a numero di ore complessive da garantire attraverso i propri dipendenti), ma quella esecutiva, in relazione alla quale il mantenimento del numero di dipendenti precedentemente occupati va valutato con riguardo alla complessiva attività svolta dall’aggiudicataria e interpretato in maniera flessibile senza automatismi e rigidità di sorta, in modo da essere “armonizzato e reso compatibile con l’organizzazione di impresa prescelta dall’imprenditore subentrante” e “da non limitare la libertà di iniziativa economica”. Infine, i Giudici chiariscono che la previsione di un corrispettivo in favore dell’ausiliaria non è necessaria ai fini della validità del contratto di avvalimento.


Related Articles

Città metropolitane: ripartiti gli spazi finanziari tra i Comuni che ne sono sede

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 27 del 3 febbraio 2016 il Dpcm. 7 dicembre 2015 concernente il riparto degli

Ici: tassazione terreni edificabili

Nell’Ordinanza n. 6500 del 6 marzo 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che un’area, ai fini

Limiti al lavoro flessibile: si applicano anche per le sostituzioni temporanee di personale

Nella Delibera n. 121 del 13 aprile 2015 della Corte dei conti Campania, la Sezione statuisce che presso l’Ente in