“Codice della Protezione civile”: pubblicati in G.U. gli indirizzi per la predisposizione dei “Piani di Protezione civile” ai diversi livelli territoriali

“Codice della Protezione civile”: pubblicati in G.U. gli indirizzi per la predisposizione dei “Piani di Protezione civile” ai diversi livelli territoriali

Sulla G.U. n. 160 del 6 luglio 2021, è stata pubblicata la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 30 aprile 2021, contenente gli indirizzi per la predisposizione dei “Piani di Protezione civile” ai diversi livelli territoriali.

La Direttiva è stata emanata in attuazione dell’art. 18 del Dl. 2 gennaio 2018, n. 1, recante “Codice della Protezione civile”. La Pianificazione di Protezione civile è un’attività di sistema che deve essere svolta congiuntamente da tutte le Amministrazioni ai diversi livelli territoriali per la preparazione e la gestione delle attività di cui all’art. 2 del “Codice della Protezione civile”, nel rispetto dei Principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza. 

La finalità della Direttiva è quella di omogeneizzare la Pianificazione di Protezione civile ai diversi livelli territoriali per la gestione delle attività connesse ad eventi calamitosi di diversa natura e gravità, secondo quanto indicato nell’Allegato tecnico

A livello nazionale, davanti ad eventi di particolare gravità tali da richiedere l’intervento di risorse regionali e nazionali, si applicano le disposizioni contenute nella Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 3 dicembre 2008, inerente agli “Indirizzi operativi per la gestione delle emergenze”.

Il Dipartimento della Protezione civile provvede all’elaborazione ed al coordinamento dell’attuazione dei Piani nazionali riferiti a specifici scenari di rischio di rilevanza nazionale e dei Programmi nazionali di soccorso. 

A livello regionale, le Regioni provvedono all’adozione e all’attuazione del “Piano regionale di Protezione civile”, che prevede criteri e modalità di intervento da seguire in caso di emergenza secondo quanto stabilito dalla lett. a), comma 1, dell’art. 11, del “Codice della Protezione civile”. Il “Piano” definisce le modalità di coordinamento del concorso delle diverse Strutture regionali alle attività di Protezione civile. 

A livello provinciale, di Città metropolitana o Area vasta, le Regioni provvedono alla predisposizione dei “Piani provinciali di Protezione civile”, ove non diversamente disciplinato nelle Leggi regionali, in raccordo con le Prefetture sulla base degli indirizzi regionali di cui alla lett. b), comma 1, dell’art. 11, del “Codice della Protezione civile”. 

A livello comunale, si provvede alla predisposizione dei “Piani comunali di Protezione civile” sulla base degli indirizzi regionali di cui alla lett. b), comma 1, dell’art. 11, del “Codice della Protezione civile”, ferme restando le disposizioni specifiche riferite a Roma capitale. I contenuti della Pianificazione di Protezione civile comunale devono essere commisurati all’effettiva capacità di pianificazione da parte dei Comuni di piccole dimensioni. Inoltre, alla definizione, aggiornamento e attuazione dei “Piani di Protezione civile comunale”, devono concorrere tutte le Aree e i Settori dell’Amministrazione sotto il coordinamento del “Servizio di protezione civile comunale”, ove esistente. 

Per tutte le informazioni tecniche del “Codice della Protezione civile”, si rimanda all’Allegato tecnico della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 aprile 2021.


Related Articles

Processo telematico: al via l’uso della Pec nei giudizi contabili

Con il Comunicato 29 febbraio 2016, la Corte dei conti ha reso noto il testo del Dpr. n. 9/2016, attualmente

Elezioni amministrative 2016: diramata una nuova Circolare dell’Interno con le istruzioni per i Comuni

Con la Circolare n. 24 del 29 aprile 2016, il Ministero dell’Interno-Direzione centrale dei Servizi elettorali, ha dettato nuove istruzioni

Ici/Imu: la Cassazione sugli immobili inagibili

Nell’Ordinanza n. 17773 del 3 luglio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità prendono in esame la questione

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.