Come si può rispettare il Principio dell’art. 52 del Dlgs. n. 446/1997, nel caso di procedura esecutiva ex Rd. n. 639/1910 ?

Come si può rispettare il Principio dell’art. 52 del Dlgs. n. 446/1997, nel caso di procedura esecutiva ex Rd. n. 639/1910 ?

Il testo del quesito:

L’art. 52 del Dlgs. n. 446/1997, prevede che l’affidamento della riscossione ai Concessionari di cui all’art. 52 non debba prevedere aggravi di oneri al contribuente. Se tali soggetti possono sulla base dell’ingiunzione attivare sia esecuzione esattoriale sia quella del Rd. n. 639/1910, poiché gli addebiti delle procedure esattoriali sono previsti nel quantum nel Dm. 21 novembre 2000, mentre quelli della procedura ordinaria sono senza disciplina di tal fatta, ovvero per espletamento di procedure davanti al Giudice dell’esecuzione di regola ci si avvale dell’assistenza di un legale (che applica tariffari ben alti), come si può, nel

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Corte Lombardia: chiarimenti in materia di escussione di una polizza fideiussoria relativa ad opere di urbanizzazione

Nella Delibera n. 430 del 17 novembre 2015, la Corte dei conti Lombardia si esprime in merito al quesito posto

Gestione dei servizi pubblici: no all’affidamento in house in caso di partecipazione privata al capitale sociale

Nella Sentenza n. 629 del 4 dicembre 2014 del Tar Friuli Venezia Giulia, l’oggetto del ricorso è una Delibera consiliare

Agevolazioni Ici: spetta ai Comuni la scelta di riconoscerle o meno a chi concede immobili in locazione a canone concordato

Nell’Ordinanza n. 7414 del 15 marzo 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità osservano che l’art. 2, comma

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.