Commissioni di gara: nelle more dell’istituzione dell’Albo, il Rup può essere anche Presidente di Commissione

Commissioni di gara: nelle more dell’istituzione dell’Albo, il Rup può essere anche Presidente di Commissione

Nella Sentenza n. 863 del 15 novembre 2018 del Tar Emilia Romagna, il tema controverso riguarda la nomina di una Commissione di gara. I Giudici rilevano che la disposizione sulle incompatibilità stabilita dall’art. 77 del Dlgs. n. 50/2016 sarebbe destinata a valere solo “a regime”, ovvero dopo che sarà stato creato l’Albo dei Commissari, che ancora non esiste. Fino alla sua istituzione, secondo l’art. 216, comma 12, “la Commissione continua ad essere nominata dall’Organo della stazione appaltante competente ad effettuare la scelta del soggetto affidatario del contratto, secondo regole di competenza e trasparenza preventivamente individuate da ciascuna stazione appaltante”. In tal senso, il “cumulo delle funzioni di Rup e di Presidente della Commissione di gara” non lederebbe le regole di imparzialità. L’art. 84 del Dlgs. n. 50/2016 non enuncia l’incompatibilità dell’incarico di Rup con l’investitura della Presidenza delle Commissioni di gara, ma è solo per i Commissari diversi dal Presidente che prevede, con il proprio comma 4, un’ampia incompatibilità: “i Commissari diversi dal Presidente non devono aver svolto né possono svolgere alcun’altra funzione o incarico tecnico o amministrativo relativamente al contratto del cui affidamento si tratta”. D’altra parte, non costituisce violazione dei principi di imparzialità e buona amministrazione il cumulo, nella stessa persona, delle funzioni di Presidente della Commissione valutatrice e di Responsabile del procedimento, nonché di soggetto aggiudicatore, risultando ciò conforme ai principi sulla responsabilità dei funzionari degli Enti Locali, come delineati dall’art. 107 del Dlgs. n. 267/2000. Tutto ciò sarebbe applicabile anche dopo l’entrata in vigore del “correttivo” (Dlgs. n. 56/2017 in vigore dal 20 maggio 2017) che ha abrogato l’art. 77, comma 12. In conclusione, anche nella situazione transitoria di cui all’art. 77, comma 12 (e art. 216 comma 12) del Dlgs. n. 50/2016, deve trovare applicazione il Principio, avente portata generale, della cumulabilità/compatibilità della funzione di Rup e di Presidente della Commissione giudicatrice


Related Articles

Investimenti sui mutui anno 2015: il Decreto con il certificato per la richiesta dei contributi entro il 31 marzo 2016

E’ stato pubblicato il 15 marzo 2016 sul sito del Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, il Decreto

“Ddl. stabilità”: le novità relative ai servizi pubblici locali a rete di rilevanza economica

L’art. 43, rubricato “Razionalizzazione delle Società partecipate locali disposizione in esame”, interviene integrando l’art. 3-bisdel Dl. n. 138/11, rubricato “Ambiti

Corte dei conti: la sanzione irrogata dal Garante della Privacy costituisce danno erariale

Il pagamento della sanzione irrogata dal Garante della Privacy costituisce danno erariale: è quanto ha stabilito, con la Sentenza n.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.