Comuni che ospitano Centrali nucleari: in arrivo i contributi compensativi

Comuni che ospitano Centrali nucleari: in arrivo i contributi compensativi

È stata pubblicata in G.U. n. 301 del 29 dicembre 2018 la Delibera Cipe n. 57 del 25 ottobre 2018, con la quale è stata resa nota la ripartizione dei contributi previsti per l’anno 2016 a favore dei siti che ospitano centrali nucleari ed impianti del ciclo del combustibile nucleare.

Le risorse disponibili ammontano ad Euro 14.620.928,00 e saranno ripartite per ciascun sito in misura, rispettivamente, del 50% a favore del Comune nel cui territorio è ubicato il sito, del 25% in favore della relativa Provincia ed, infine, il restante 25% andrà ai Comuni confinanti con quello nel cui territorio è ubicato il sito.

Il contributo spettante ai Comuni confinanti con quello nel cui territorio è ubicato il sito è calcolato in proporzione alla superficie ed alla popolazione residente nel raggio di 10 chilometri dall’impianto.

Ricordiamo che a prevedere lo stanziamento di risorse a titolo compensativo per le Amministrazioni in questione è stato l’art. 4 del Dl. n. 314/2003.

La ripartizione avverrà inoltre sulla base di 3 componenti:

  • la radioattività presente nelle strutture stesse dell’impianto, in forma di attivazione e di contaminazione, che potrà essere eliminata al termine delle procedure di disattivazione dell’impianto stesso;
  • i rifiuti radioattivi presenti, prodotti dal pregresso esercizio dell’impianto o comunque immagazzinati al suo interno;
  • il combustibile nucleare fresco e, soprattutto, irraggiato eventualmente presente.

I contributi erogati dovranno essere utilizzati per interventi legati alla tutela delle risorse idriche, la bonifica dei siti inquinanti, la gestione dei rifiuti, la valorizzazione delle aree naturali protette, la tutela della biodiversità, la difesa del mare e delle coste e per interventi di prevenzione dell’inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico.

Gli Enti beneficiari dei contributi sono chiamati a inviare al Ministero dell’Ambiente una rendicontazione che illustri come sono state impiegate le risorse a propria disposizione.


Related Articles

Incarichi dirigenziali: Decreti di nomina esulano dalla giurisdizione del Giudice amministrativo

Nella Sentenza n. 2728 del 21 giugno 2016 del Consiglio di Stato, i Giudici affermano che il Decreto di nomina

Cessazioni 2015: la capacità assunzionale che ne deriva deve essere destinata alla ricollocazione del personale delle Province

Nella Delibera n. 37 del 4 febbraio 2016 della Corte dei conti Lombardia, il quesito posto riguarda la corretta interpretazione

Razionalizzazione partecipazioni locali: applicabilità a un Ente Parco

Nella Delibera n. 90 del della Corte dei conti Sicilia, un Comune ha chiesto un parere in merito all’interpretazione dell’art.

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.