Concessione di spazi per propaganda politica a privati: il Comune può chiedere dichiarazione di impegno al rispetto dei valori costituzionali

Concessione di spazi per propaganda politica a privati: il Comune può chiedere dichiarazione di impegno al rispetto dei valori costituzionali

Nella Sentenza n. 447 del 18 aprile 2019 del Tar Piemonte, i Giudici chiariscono che nel caso in cui un privato richieda la concessione di spazi pubblici per propaganda politica ed elettorale, non appare irragionevole che l’Amministrazione comunale chieda, al fine di valutare la meritevolezza dell’interesse dedotto, una dichiarazione di impegno al rispetto dei valori costituzionali e, in particolare, di ripudio del fascismo e nazismo e di adesione ai valori dell’antifascismo, e ciò anche al fine dell’eventuale revoca della concessione in caso di violazione dell’impegno assunto. I valori dell’Antifascismo e della Resistenza e il ripudio dell’ideologia autoritaria propria del ventennio

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Mobilità in uscita di dipendente appartenente a “categorie protette”: nuova assunzione deve garantire rispetto quota d’obbligo

Nella Delibera n. 131 del 28 settembre 2018 della Corte dei conti Puglia, un Sindaco ha chiesto un parere sulla

Ici: non spetta al Comune la comunicazione delle rendite catastali

Nella Sentenza n. 12320 del 15 giugno 2016, la Corte di Cassazione si esprime in materia di Ici e sulla

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.