Conferimento dell’incarico di Comandante della PM a un dipendente collocato a riposo: il divieto vige anche se è a titolo gratuito

Conferimento dell’incarico di Comandante della PM a un dipendente collocato a riposo: il divieto vige anche se è a titolo gratuito

Nella Delibera n. 4 del 12 gennaio 2016 della Corte dei conti Toscana, è stato chiesto se sia possibile conferire un incarico dirigenziale gratuito di Comandante della Polizia municipale, per la durata di un anno, a un ex dipendente pubblico collocato a riposo; ovvero se tale assunzione, ancorché gratuita, confligga con il divieto di reclutamento di personale da assegnare alla Polizia municipale, previsto dall’art. 5, comma 6, del Dl. n. 78/15, convertito con Legge n. 125/15. Viene inoltre chiesto in quale ambito, regionale o nazionale, debba essere ricercata l’unità di personale di Area vasta da ricollocare in caso di applicazione

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Registratori telematici: una Circolare delle Entrate scioglie alcuni dubbi su credito d’imposta, buoni pasto e sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 3/E del 21 febbraio 2020, ha fornito chiarimenti in ordine alle novità in

“Decreto Enti Locali”: ripartiti gli spazi finanziari per l’esercizio della funzione di Ente capofila

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, ha pubblicato il 23 settembre 2015 sul

“Pubblico Impiego”: firmato l’Accordo preliminare per il Contratto collettivo 2016-2018 per i dipendenti del Comparto “Funzioni locali”

Aumenti medi pari a circa Euro 85, introduzione di un elemento perequativo della retribuzione con valori più elevati per le