Congedi straordinari per sospensione attività didattica nelle cd. “zone rosse”: attivo l’applicativo Inps per la richiesta

Congedi straordinari per sospensione attività didattica nelle cd. “zone rosse”: attivo l’applicativo Inps per la richiesta

Con il messaggio n. 515/2021, l’Inps ha comunicato che è attivo l’Applicativo on line per compilare e presentare le domande di congedo, dei lavoratori del Settore privato, per sospensione della didattica in presenza delle Classi seconde e terze delle Scuole secondarie delle cd. “zone rosse”, nonché quelle del congedo per la sospensione della didattica in presenza nelle Scuole e per la chiusura dei Centri diurni a carattere assistenziale dei figli disabili gravi.

Si tratta, come noto, delle nuove casistiche di congedo connesso all’emergenza “Covid-19” utilizzabili dai genitori lavoratori dipendenti (pubblici e privati) anche nel 2021, secondo quanto disposto dall’art. 22-bis del Dl. n. 137/2020, convertito con modificazioni dalla Legge n. 176/2020 (cd. “Decreto Ristori”).

Per quanto concerne la decorrenza del nuovo congedo, come ricordato dall’Inps nella precedente Circolare n. 2/2021, questa coincide con il 9 novembre 2020 (data di entrata in vigore del Dl. n. 149/2020), mentre con riferimento alla scadenza questa deve essere individuata di volta in volta in corrispondenza dei Dpcm. emanati per fronteggiare l’emergenza “Covid-19”, l’ultimo dei quali (Dpcm. 14 gennaio 2021) termina la sua efficacia il prossimo 5 marzo 2021. Si ricorda che i dipendenti pubblici, in merito alle modalità di fruizione del congedo disciplinato dall’art. 22-bis citato, non devono presentare domanda all’Inps ma direttamente alla propria P.A. datrice di lavoro, secondo le indicazioni dalla stessa fornite.


Related Articles

Attestazioni Oiv: pubblicata la Griglia di rilevazione e le Istruzioni per compilarla

Con la Delibera 1° marzo 2017, n. 236, pubblicata il 10 marzo 2017 sul proprio sito istituzionale, l’Anac ha fornito

Debiti fuori bilancio emersi dopo dichiarazione dissesto: non è imprescindibile la previa adozione della Delibera di riconoscimento

“Per i debiti fuori bilancio emersi dopo la dichiarazione di dissesto non assume carattere indefettibile la previa adozione della Deliberazione

Responsabilità: condanna del Ragioniere di un Comune per aver chiesto contributi relativi ad un terremoto superiori al dovuto

Corte dei conti – Sezione prima giurisdizionale centrale d’appello – Sentenza n. 259 del 1º aprile 2015 Oggetto Condanna del

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.