Contenzioso Tributario: pubblicato il Rapporto trimestrale aprile-giugno 2019

Contenzioso Tributario: pubblicato il Rapporto trimestrale aprile-giugno 2019

Con il Comunicato-stampa n. 162 del 19 settembre 2019, il Ministero dell’Economia e delle Finanze rende noto il calo del contenzioso tributario al 30 giugno 2019.

Le controversie tributarie pendenti, pari a 368.625, sono inferiori del 9,21% se confrontate con lo stesso periodo 2018; sono aumentate dello 0,56% invece se rapportate al trimestre precedente. Le cause instaurate in entrambi i gradi di giudizio, che ammontano a 60.409, sono in diminuzione del 3,70% rispetto allo stesso periodo del 2018. Quelle definite sono 58.347, in calo dell’11,20% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. In particolare, se si osserva le nuove controversie che sono state presentate in primo grado presso Commissioni tributarie provinciali (Ctp), queste sono state pari a 46.874, con una diminuzione dell’1,01%, mentre quelle definite sono pari a 42.944, ridotte del 12,06%.

Gli appelli registrati alle Commissioni tributarie regionali (Ctr), pari a 13.535, risultano in calo dell’11,98%. Le definizioni – pari a 15.403 – trovano una diminuzione dell’8,70%. Nelle Ctp la quota di giudizi completamente favorevoli all’Ente impositore si è attestata al 47% sul totale delle controversie, per un valore complessivo che ammonta a 1.567,41 milioni di Euro, mentre quella dei giudizi completamente favorevoli al contribuente è stata di circa il 29%, per un valore di 618,97 milioni di Euro. La percentuale delle controversie concluse con giudizi intermedi è stata del 12%, per un valore complessivo di 558,76 milioni di Euro. Nelle Ctr la quota di giudizi completamente favorevoli all’Ente impositore è stata del 46%, per un valore complessivo di 1.237,20 milioni di Euro, quella dei giudizi completamente positivi nei confronti del contribuente è stata di circa il 37%, per un valore complessivo di 669,67 milioni di Euro. Le controversie concluse con giudizi intermedi rappresentano circa l’8%, per un valore complessivo di 329,70 milioni di Euro. Nel secondo trimestre 2019, il 64% degli atti processuali collegati a controversie giunte nei 2 gradi di giudizio è stato depositato utilizzando il canale telematico. In specifico, in regime di facoltatività sono stati inviati telematicamente il 29% degli atti introduttivi, il 60% delle controdeduzioni e il 71% degli altri atti processuali.


Related Articles

Cartella di pagamento: obbligo di motivazione

Nell’Ordinanza n. 18224 dell’11 luglio 2018 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda una cartella di pagamento

“Decreto fiscale”: arriva l’estensione della “rottamazione” delle cartelle anche per i Comuni che non si avvalgono dei servizi Equitalia

Grazie ad un emendamento che sarà inserito nella Legge di conversione del “Decreto fiscale”, anche per i Comuni che non

“Decreto Semplificazioni”: prime notizie sulle nuove disposizioni approvate

Oltre al Ddl. “Legge di bilancio 2019” e al Dl. “Fiscale”, la riunione del Consiglio dei Ministri del 15 ottobre

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.