Conto annuale 2020: scatta il rinvio al 18 giugno 2021 per l’invio dei dati relativi al Monitoraggio ed alla Relazione

Conto annuale 2020: scatta il rinvio al 18 giugno 2021 per l’invio dei dati relativi al Monitoraggio ed alla Relazione

Slitta al 18 giugno 2021 il termine per l’invio della Relazione allegata al Conto annuale e della Relazione illustrativa. A renderlo noto, con un Avviso pubblicato i giorni scorsi sul suo sito istituzionale, è stato il Mef-Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato.

La proroga è stata indotta da alcune recenti modifiche al Sistema di autenticazione in “Sico” che hanno richiesto numerose interazioni supplementari con gli Enti utenti della Piattaforma (anche a causa di un uso non conforme delle credenziali personali di autenticazione) e che hanno provocato un rallentamento nello svolgimento della rilevazione. Nella stessa sede, è stata inoltre comunicata l’avvenuta pubblicazione di nuove Faq per la “Relca” 2020, che riportiamo integralmente qui di seguito:

Faq. 1 – Nel mio Comune non sono presenti scuole dell’infanzia ma soltanto asili nido, pertanto, le attività e le ore di lavoro dei dipendenti, lì assegnati, vengono comunicate nell’Area d’intervento “Interventi per l’Infanzia, i Minori e gli Asili nido”. A partire dalla presente rilevazione, in T20 nell’Area d’intervento “Scuola dell’Infanzia” è stato aggiunto il nuovo prodotto “N. dipendenti comunali presso Asili nido”, ma se proviamo a inserire il numero dei dipendenti senza aver prima valorizzato in T18 l’Area d’intervento “Scuola dell’infanzia” il Sistema evidenzia la squadratura n. 2 (SQ2), che non permette la certificazione della rilevazione. Come possiamo risolvere il problema ?

Per i Comuni nei quali sono presenti soltanto gli Asili nido e non sono presenti, invece, le Scuole dell’Infanzia, gli stessi rileveranno comunque le attività e le ore relative alla gestione degli Asili nido nell’Area d’Intervento “Scuola dell’infanzia” in T18 e in T19, così facendo sarà poi possibile valorizzare in T20 il Prodotto “N. dipendenti comunali presso Asili nido” senza incorrere nella SQ2. Infine, sarà necessario utilizzare il Campo Note di T18 per indicare un sintetico chiarimento al riguardo.

Faq 2 – Nel numero degli interventi eseguiti a seguito di calamità naturali possiamo inserire quelli per effettuati per “Covid-19” ?

No. Il prodotto fa riferimento a limitati e specifici eventi calamitosi, quali ad esempio eventi sismici, maremoti, esondazioni, incendi, alluvioni. Mentre, è possibile valorizzare in T19 all’interno dell’Area di Intervento “Servizi di Protezione civile” tutte le ore di lavoro ordinario e straordinario svolte dai dipendenti comunali e dagli Agenti di Polizia locale in funzione di Protezione civile per fronteggiare ogni possibile situazione causata dal “Covid-19”.


Related Articles

“Covid-19”: il Governo proroga al 31 luglio 2021 lo Stato di emergenza

Slitta al 31 luglio 2021 la fine dello Stato di emergenza, il cui termine era stato fissato al 30 aprile

Bando aree urbane degradate: causa problemi tecnici Pec del Governo, l’Anci chiede la proroga

L’Anci, con il Comunicato 30 novembre 2015, ha reso noto di aver chiesto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri la

“Legge di stabilità 2015”: emanata una Circolare con i chiarimenti sul personale delle Province e delle Città metropolitane

Il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, e il Ministro per gli Affari regionali e le

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.