Contratti stipulati dal contribuente: Ufficio finanziario può accertare la sussistenza dell’eventuale simulazione anche senza preventivo giudizio

Contratti stipulati dal contribuente: Ufficio finanziario può accertare la sussistenza dell’eventuale simulazione anche senza preventivo giudizio

Nell’Ordinanza n. 25521 del 12 ottobre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità hanno risolto un contenzioso in tema di negozi simulati, che potrebbe anche servire come riferimento a fattispecie oggetto di segnalazioni qualificate da parte degli Enti Locali.

L’Amministrazione finanziaria, quale terzo interessato alla regolare applicazione delle Imposte, è legittimata a dedurre la simulazione assoluta o relativa dei contratti stipulati dal contribuente, e la relativa prova può essere fornita con qualsiasi mezzo, anche attraverso presunzioni.

Il Giudice tributario può verificare la correttezza di un tale accertamento attraverso l’interpretazione del negozio o dei negozi giuridici ritenuti simulati.

Il

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Mobilità Province: pubblicati i posti disponibili e i nomi dei lavoratori coinvolti

Il Ministero per la Semplificazione e la P.A. ha reso noto il 10 marzo 2016, sul Portale mobilita.gov.it, il quadro

Tari: computo degli occupanti negli immobili tenuti a disposizione da contribuenti non residenti nel Comune

Il testo del quesito: “L’Amministrazione comunale, ai fini del computo del numero degli occupanti per la determinazione della Tari dovuta

Indebitamento: accensione mutui per interventi di edilizia scolastica e residenziale

  E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27 maggio 2015, il Dm. Mef 27 aprile 2015, rubricato “Modifiche al

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.