Contratto tra legale e Comune: il requisito della forma scritta è soddisfatto dalla procura e dalla sottoscrizione dell’atto difensivo

Contratto tra legale e Comune: il requisito della forma scritta è soddisfatto dalla procura e dalla sottoscrizione dell’atto difensivo

Nella Sentenza n. 10675 del 5 giugno 2020 della Corte di Cassazione, un Avvocato ha chiesto la condanna di un Comune al pagamento, in suo favore, degli onorari maturati per averlo rappresentato e difeso in una causa. I Giudici di merito avevano rigettato il ricorso sul presupposto che il contratto d’opera professionale stipulato tra il ricorrente e il Comune era nullo perché privo della forma scritta richiesta, a pena di nullità, dall’art. 17 del Rd. n. 2440/1923, per i contratti con la Pubblica Amministrazione. A nulla rilevando, a tal fine, il rilascio della procura ad litem, che attiene alla

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Mansioni superiori: il trattamento economico superiore non incide sulla indennità di buonuscita

Con la Sentenza n. 10413/14, la Corte di Cassazione è intervenuta in materia di buonuscita dei dipendenti pubblici. La Suprema

Edilizia scolastica: in G.U. i Dm. su Programmazione nazionale per il triennio 2018-2020 e applicazione delle norme antincendio

È stato pubblicato sulla G.U. n. 78 del 4 aprile 2018 il Dm. Mef 3 gennaio 2018, riguardante la Programmazione

“Legge Anticorruzione”: indicazioni interpretative relative alla disciplina dell’arbitrato nei contratti pubblici

Con la Determinazione n. 13 del 10 dicembre 2015, l’Anac ha fornito chiarimenti relativi alla disciplina dell’arbitrato, come prevista dagli

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.