Controversia sulla risoluzione di un contratto di appalto per inadempimento: giurisdizione del Giudice ordinario

Controversia sulla risoluzione di un contratto di appalto per inadempimento: giurisdizione del Giudice ordinario

Nell’Ordinanza n. 10705 del 3 maggio 2017 della Corte di Cassazione, la controversia in esame ha ad oggetto la risoluzione per inadempimento del contratto di appalto (e non la valutazione della legittimità dell’esercizio del potere dell’Ente appaltante), che in quanto tale è caratterizzata da contenuto puramente patrimoniale e non si estende anche al potere d’intervento riservato alla Pubblica Amministrazione per la tutela di interessi generali. Il petitum sostanziale di tale controversia, che è quello al quale occorre aver riguardo ai fini del riparto di giurisdizione, appare infatti chiaramente incentrato sulla fase dell’esecuzione dell’appalto e non incide sull’esercizio dei poteri discrezional-valutativi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Offerta economica ed offerta tecnica: ratio del divieto di commistione

Nella Delibera n. 227 del 4 marzo 2020, l’Anac afferma che nelle procedure  indette per  l’aggiudicazione di appalti pubblici sulla

Revoca incarico dirigenziale: comporta danno erariale e responsabilità per la Giunta dell’Ente

Nella Sentenza n. 390 del 24 settembre 2015 della Corte dei conti Lazio, la controversia ha ad oggetto il risarcimento

P.A. aggiudicatrice può agire per se stessa e per altre P.A. non direttamente parti di un accordo quadro

Sui requisiti che devono sussistere nel caso in cui un’amministrazione aggiudicatrice agisca per essa stessa e per altre amministrazioni aggiudicatrici