Copertura assicurativa: danni erariali degli Amministratori

Copertura assicurativa: danni erariali degli Amministratori

Nella Delibera n. 105 del 13 novembre 2020 della Corte dei conti Emilia Romagna, la richiesta di parere riguarda la possibilità di rimborso da parte del Comune delle spese sostenute dal Sindaco per la copertura assicurativa delle attività di servizio riconducibili al mandato conferito.

La Sezione, tralasciando l’aspetto della tipologia dei rischi assicurabili da parte del Comune – rispetto al quale ha ritenuto di richiamare, a titolo collaborativo, il divieto sancito dal Legislatore nell’art. 3, comma 59, della Legge n. 244/2007, nonché l’ormai consolidato orientamento della giurisprudenza contabile circa l’illegittimità della stipulazione da parte della Pubblica Amministrazione di polizze assicurative volte alla copertura di danni erariali dei propri Amministratori – ha chiarito la natura di spesa “non obbligatoria” di tale tipologia di oneri e la portata della clausola di invarianza finanziaria contenuta nell’art. 86, comma 5, del Dlgs. n. 267/2000 (Tuel).

Con riferimento a tale ultimo aspetto, la Sezione ha affermato che non è consentita, sulla base dell’art. 86, comma 5, l’introduzione o l’aumento della spesa per la voce relativa alla copertura degli oneri assicurativi allorquando la stessa determinerebbe un innalzamento delle spese di funzionamento complessivamente sostenute dall’Ente Locale rispetto a quelle che risultano dal rendiconto relativo al precedente esercizio finanziario, essendo invece possibili eventuali compensazioni interne. I vincoli alle politiche di bilancio, anche se si traducono inevitabilmente in limitazioni indirette all’autonomia di spesa degli Enti, possono considerarsi rispettosi dell’autonomia delle Regioni e degli Enti Locali quando stabiliscono un limite complessivo, che lascia agli Enti stessi ampia libertà di allocazione delle risorse fra i diversi ambiti e obiettivi di spesa.


Related Articles

Avviso di accertamento: illegittimo se sottoscritto prima della scadenza ex art. 12 della Legge n. 212/00

  Nella Sentenza n. 11088 del 28 maggio 2015 della Corte di Cassazione ai fini del rispetto del termine di

Indennità di funzione spettanti agli Amministratori locali: l’eventuale rinuncia volontaria non inficia successivi esercizi

Nella Delibera n. 382 del 21 dicembre 2017 della Corte dei conti Lombardia, viene chiesto un parere sull’indennità spettante ai

“Piattaforma certificazione crediti”: l’accesso alle funzioni del Sistema sarà consentito anche tramite “web service”

  Con una Nota diffusa il 9 giugno 2015 sul Portale “Piattaforma per la certificazione dei crediti” (“Pcc”), il Ministero

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.