Corrispettivo per il servizio di Tesoreria: è esente o imponibile Iva al 22%?

Corrispettivo per il servizio di Tesoreria: è esente o imponibile Iva al 22%?

Il quesito:

Il corrispettivo per il servizio di Tesoreria rientra nel regime di esenzione ex art. 10 del Dpr. n. 633/72, oppure deve essere considerato imponibile Iva al 22%?

La risposta dei ns. esperti:

Salvo che non vengano richiesti particolari servizi, solitamente la Tesoreria comunale svolge un servizio Iva esente ex art. 10, n. 1), del Dpr. n. 633/72. Nel caso specifico, l’oggetto del contratto con la Vs. Tesoreria è “…complesso delle operazioni inerenti la gestione finanziaria del Comune e, in particolare la riscossione delle entrate e il pagamento delle spese facenti capo al Comune…

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Tariffe e aliquote tributi comunali: “no” alle variazioni oltre i termini di cui all’art. 169 della Legge n. 296/06  

Nella Delibera n. 175 del 13 novembre 2015 della Corte dei conti Lazio, un Commissario straordinario ha rappresentato che nella

“Codice identificativo gara”: chiarimenti sui tempi per la corretta acquisizione e modalità operative

Con 2 Comunicati datati 13 luglio 2016, diffusi l’8 agosto 2016 sul sito istituzionale dell’Autorità nazionale Anticorruzione, il Presidente dell’Anac

Appalti: criteri per distinguere un appalto di servizi da un incarico professionale

L’individuazione del discrimine fra incarico professionale, regolamentato ai sensi del Dlgs. n. 165/01 e quindi secondo le norme di pubblico