Costituzione ritardata del “Fondo delle risorse decentrate”: economie di bilancio confluiscono nel risultato di amministrazione

Costituzione ritardata del “Fondo delle risorse decentrate”: economie di bilancio confluiscono nel risultato di amministrazione

Nella Delibera n. 161 del 21 luglio 2017 della Corte dei conti Molise, un Sindaco ha chieste se, in caso di mancata costituzione del “Fondo delle risorse decentrate” nell’anno di riferimento, le economie di bilancio confluiscono nel risultato di amministrazione, vincolato per la sola quota del “Fondo” obbligatoriamente prevista dalla Contrattazione collettiva nazionale.

La Sezione ha risposto in maniera affermativa, evidenziando che l’effetto della mancata costituzione del “Fondo” è quella di far confluire nel risultato di amministrazione, vincolato, la parte stabile, con la conseguenza che tutte le risorse di natura variabile – ivi incluse quelle da “riportare a nuovo” – vanno a costituire vere e proprie economie di spesa. Infine, la competenza alla costituzione del “Fondo”, essendo fatto gestionale, compete al Dirigente e non alla Giunta comunale.


Related Articles

Agenda per lo sviluppo sostenibile: 2,5 milioni alle Città metropolitane dal Ministero dell’Ambiente

Con l’Avviso pubblico datato 27 luglio 2019, il Ministero dell’Ambiente comunica la pubblicazione del bando rivolto alle Città metropolitane a

Nucleo di valutazione: la nomina non spetta al Sindaco

Il Tar Campania, nella Sentenza n. 2347, del 23 aprile 2015 afferma che, in base all’ordinamento degli Enti Locali, è

“Pnrr”: secondo il Premier servono controlli e semplificazioni per “proteggere” il “Piano”

Come si apprende da una Notizia pubblicata sul Portale “Italia Domani – ‘Piano nazionale di ripresa e resilienza’”, il Presidente