“Covid-19”: appello del Ministro Boccia alle Regioni, “Non fate la gara a chi apre prima perché sarebbe irresponsabile”

“Covid-19”: appello del Ministro Boccia alle Regioni, “Non fate la gara a chi apre prima perché sarebbe irresponsabile”

Faccio un appello a tutte le Regioni: lavoriamo come sempre gomito a gomito ma non fate partire la gara a chi apre prima perché sarebbe irresponsabile: il Paese sta ripartendo, ma in sicurezza. Non è il momento di allentare la tensione e di dividersi per tre giorni prima o dopo di apertura. Stiamo ripartendo ma in sicurezza”. E’ quanto dichiarato – in una intervista rilanciata sul sito istituzionale del Dicastero – dal Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, in merito alle numerose Ordinanze regionali che stanno modificando il calendario delle riaperture e del superamento dei divieti imposti durante il “lockdown”, distaccandosi da quanto disposto dal Governo attraverso il Dpcm. 26 aprile 2020.

Il Ministro ha messo l’accento sulla necessità di essere responsabili. “Chi rappresenta le Istituzioni, a tutti i livelli – ha osservato il Ministro – deve agire sempre con grande senso di responsabilità; sarebbe da incoscienti il contrario, a maggior ragione oggi. Il Governo, come ha fatto nella prima fase, continuerà ad indicare la rotta alle Regioni, con linee guida entro cui muoversi”.

La preclusione verso le iniziative regionali non è totale. Boccia ha invitato coloro che anticipano di qualche giorno i tempi, restando però dentro la cornice delle indicazioni dettate dall’Esecutivo (si pensi, ad esempio, alla Regione Toscana che ha anticipato al 1° maggio la possibilità di fare passeggiate all’aperto con i bambini, non solo in prossimità della propria abitazione), il Ministro ha raccomandato soltanto di rafforzare la Sanità territoriale mettendo in sicurezza la salute dei cittadini. “A chi invece esce fuori da questa rotta – ha detto – ricordo che vogliamo tutti bruciare le tappe ma non vogliamo distruggere per 3 giorni di fatturato 2 mesi di sacrifici di 60 milioni di italiani”.

Il titolare del Dicastero per gli Affari Regionali ha anticipato che saranno diramati i dati sulle simulazioni di quello che accadrebbe nel Paese se saltassero dall’oggi al domani tutti i paletti e si tornasse adesso alla normalità “pre-Covid-19”.


Related Articles

Elezioni amministrative: la Circolare del Ministero dell’Interno chiarisce le modalità di raccolta voto per chi è in quarantena o isolamento

Il Ministero degli Interni – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, con la Circolare n. 67 del 3 settembre

Finanza locale: perfezionato il Decreto di ripartizione tra i Comuni del contributo di 530 milioni di Euro

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha comunicato il 26 ottobre 2015 sul proprio sito che è

Contratto Enti Locali: Anci, “Avanti con il rinnovo ma servono risorse aggiuntive e regole più flessibili per coprire gli oneri”

Ben venga il rinnovo contrattuale ma servono risorse e maggiore flessibilità delle regole della contabilità armonizzata per consentirci di coprire

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.