“Covid-19”: Banca d’Italia, “Per il 15% della popolazione il lockdown è costato più di metà reddito”

“Covid-19”: Banca d’Italia, “Per il 15% della popolazione il lockdown è costato più di metà reddito”

La fotografia dell’impatto economico della crisi sanitaria scattata da Banca d’Italia con l’Indagine straordinaria sulle famiglie italiane

Oltre metà dei cittadini italiani ha subito una riduzione nel reddito nel corso del “lockdown” e gli strumenti di sostegno offerti dal Governo non sono stati sufficienti a colmare il divario. Per il 15% della popolazione questa contrazione ha pesato per oltre la metà del reddito complessivo. Ad essere penalizzati sono stati soprattutto i lavoratori autonomi: 8 su 10 hanno infatti subìto un calo nel reddito e per il 36% di loro la contrazione è stata pari ad oltre la metà del reddito familiare.

A fotografare l’impatto economico della crisi sanitaria è stata Banca d’Italia, che tra aprile e maggio 2020 ha condotto una “Indagine straordinaria sulle famiglie italiane” per raccogliere informazioni sulla situazione economica e sulle aspettative delle famiglie durante la crisi legata alla pandemia.

Più di un terzo degli individui coinvolti nella rilevazione ha dichiarato di non avere risorse liquide sufficienti a far fronte alle spese per consumi essenziali della famiglia per un periodo di 3 mesi. Quanto alle prospettive future, circa il 30 % della popolazione dichiara di non potersi permettere di andare in vacanza la prossima estate e quasi il 60% ritiene che, anche quando l’epidemia sarà terminata, le proprie spese per viaggi, vacanze, ristoranti, cinema e teatri saranno inferiori a quelle pre-crisi.

In merito all’indebitamento, è emerso che quasi il 40% degli individui indebitati dichiara di avere difficoltà nel sostenere le rate del mutuo a causa della crisi ma solo un terzo di chi è in difficoltà con il pagamento delle rate del mutuo ha fatto ricorso o intende far ricorso alla moratoria.


Related Articles

Entrate tributarie Enti Locali: in aumento del 5,8% quelle del periodo gennaio-agosto

Ammonta a poco meno di 2 miliardi di Euro il gettito extra registrato, rispetto allo scorso anno, tra gennaio ed

Ici: provvedimento di modifica della rendita catastale

Nell’Ordinanza n. 4971 del 2 marzo 2018 della Corte di Cassazione, un Comune notificava ad una Società un avviso di

Anac: fornite indicazioni operative per l’affidamento interno agli Enti della direzione dei lavori

L’Anac, attraverso il Comunicato del Presidente 26 maggio 2021, ha fornito, attraverso una lettura sistematica delle disposizioni del Dlgs. n.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.