“Covid-19”: cambiano le regole per chi rientra in Italia dall’estero

“Covid-19”: cambiano le regole per chi rientra in Italia dall’estero

Il Ministero della Salute ha adottato ulteriori misure per contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da “Covid-19”. Le nuove disposizioni, pubblicate sulla G.U. n. 92 del 17 aprile 2021, impongono a coloro che provengono dall’estero di essersi sottoposti nelle 48 ore precedenti al rientro in Italia ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone.  

Il periodo di sorveglianza sanitaria e di isolamento fiduciario, relativo alle persone che hanno soggiornato o transitato, nei 14 giorni precedenti all’ingresso in Italia, in Stati e territori di cui agli elenchi “D” ed “E” dell’Allegato 20 del Dpcm. 2 marzo 2021, è rideterminato in 10 giorni.

Inoltre, è vietato l’ingresso e il transito nel territorio nazionale a coloro che nei 14 giorni antecedenti abbiano soggiornato o siano transitati in Brasile.

In questo caso, le eccezioni, pubblicate in Gazzetta Ufficiale, fanno riferimento a coloro che:

  • abbiano la residenza anagrafica in Italia con data precedente al 13 febbraio 2021;
  • rientrino nei casi di cui all’art. 51, comma 7, lett. n), del Dpcm. 2 marzo 2021;
  • intendano raggiungere il domicilio, l’abitazione o la residenza dei figli minori, del coniuge o della parte di unione civile;
  • siano autorizzati dal Ministero della Salute, per inderogabili motivi di necessità, all’ingresso in Italia.

Related Articles

Fondi a favore degli Enti territoriali: in G.U. il Decreto per la ripartizione delle quote

E’ stata pubblicato sulla G.U. n. 123 del 29 maggio 2017 – Suppl. Ordinario n. 25, il Dpcm. 10 marzo

“Visto di conformità” e utilizzo in compensazione di crediti tributari: la nuova soglia vale dalle prossime Dichiarazioni successive al 24 aprile 2017

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 57/E, del 4 maggio 2017, ha fornito tempestivi chiarimenti in merito ai tempi

Notifica telematica di atto processuale ad una P.A.: è valido solo se inviato alla Pec inserita nel Registro del Ministero della Giustizia

Nella Sentenza n. 1842 del 13 luglio 2017 del Tar Palermo, i Giudici si esprimono sulla validità della notifica telematica

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.