“Covid-19”: siglato Protocollo di intesa tra Ministero e Sindacati sulla sicurezza dei lavoratori della P.A.

“Covid-19”: siglato Protocollo di intesa tra Ministero e Sindacati sulla sicurezza dei lavoratori della P.A.

In data 3 aprile 20020 è stato siglato un Protocollo di intesa tra il Ministero per la Pubblica Amministrazione e i Sindacati Cgil, Cisl e Uil per la “prevenzione e la sicurezza dei dipendenti pubblici in ordine all’emergenza sanitaria da ‘Covid-19’”. Il Documento fa seguito alle indicazioni fornite dalla Direttiva n. 2/2020 e alla Circolare 2/2020 del Dipartimento della Funzione pubblica, con il fine di promuovere e agevolare il ricorso a misure necessarie a contenere la diffusione del contagio, mettere in sicurezza gli ambienti di lavoro e di accesso al pubblico e contestualmente garantire la continuità dei servizi e i livelli retributivi dei pubblici dipendenti che li prestano.

Tra i punti fondamentali dell’Accordo rilevano:

  • la necessità di una rimodulazione dell’organizzazione del lavoro e degli Uffici che consenta di ridurre la presenza del personale e dell’utenza grazie al ricorso, in primis, al “lavoro agile” e alla rotazione dei dipendenti;
  • la garanzia della salubrità dei luoghi di lavoro;
  • la preferenza, laddove possibile, per l’erogazione da remoto o in modalità agile anche dei servizi indifferibili e, in caso contrario, la loro fruibilità secondo appuntamenti cadenzati in sede con personale dotato di adeguati dispositivi di protezione personale;
  • la necessità di armonizzare le indicazioni di tutte le P.A. in merito alla estensione dei permessi retribuiti previsti dalla Legge n. 104/1992;
  • la chiusura dei locali e degli Uffici dell’Amministrazione per almeno 24 ore così da effettuare la sanificazione laddove fosse individuato un caso di positività al “Covid-19” di un dipendente o di un eventuale cittadino/utente che abbia avuto recente accesso agli spazi;
  • la garanzia, in caso di isolamento momentaneo dovuto al superamento della soglia di temperatura o al pervenire di sintomi riconducibili al “Covid-19”, alla riservatezza e alla dignità del lavoratore interessato.

Le parti monitorano periodicamente l’applicazione dell’Intesa e possono inoltrare segnalazioni all’Ispettorato per la Funzione pubblica, che provvederà ad aggiornare i sottoscrittori sugli esiti delle stesse segnalazioni ricevute.


Related Articles

Incarichi esterni: comportano danno erariale se sono generici e non motivati

Nella Sentenza n. 39 del 1° febbraio 2016 della Corte dei conti Lazio, con atto di citazione la Procura regionale

“Fondo per le risorse decentrate”: tetto massimo annuale delle risorse destinate al trattamento accessorio del personale

Nella Delibera n. 62 del 12 maggio 2016 della Corte dei conti Piemonte, il parere riguarda l’interpretazione dell’art. 1, comma 

Revisori dei conti Enti Locali: i chiarimenti del Viminale sul compenso del Presidente del Collegio e limite del terzo mandato

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per la Finanza locale, ha pubblicato l’8 luglio 2022 sul proprio sito istituzionale un

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.