Criteri di aggiudicazione: spetta alla stazione appaltante la scelta di quelli più adeguati da adottare in relazione all’oggetto del contratto

Criteri di aggiudicazione: spetta alla stazione appaltante la scelta di quelli più adeguati da adottare in relazione all’oggetto del contratto

Nella Sentenza 9249 del 7 agosto 2017 del Tar Roma, una Società impugna il provvedimento di aggiudicazione definitiva in favore di un’altra Società di una gara indetta da una Spa per l’affidamento del “Servizio di noleggio auto funebri con autista per il trasporto comunale ed intercomunale di salme”.

I Giudici si esprimono sull’applicabilità del criterio del prezzo più basso e sui limiti eventuali alla discrezionalità in capo alla stazione appaltante nella scelta del criterio di aggiudicazione. I Giudici chiariscono che la scelta del criterio più adeguato da adottare è effettuata discrezionalmente dalla stazione appaltante in relazione alle caratteristiche dell’oggetto del contratto. Il criterio di aggiudicazione del prezzo più basso può essere utilizzato, in particolare, quando le caratteristiche della prestazione da eseguire sono già ben definite dalla Stazione appaltante nel capitolato d’oneri, in cui sono previste tutte le caratteristiche e condizioni della prestazione pertanto il concorrente deve solo offrire un prezzo.


Related Articles

Revisori Enti Locali: disposta la quarta integrazione dell’Elenco 2021

E’ stato pubblicato sul sito della Direzione centrale per la Finanza locale del Ministero dell’Interno, il Decreto 10 febbraio 2021

“Emergenza Nord Africa”: a Lampedusa e Linosa riprendono i regolari adempimenti tributari

Entro il 31 gennaio 2017 i cittadini di Lampedusa e Linosa che avevano beneficiato della sospensione disposta in relazione all’emergenza

Lettera di patronage: forme di indebitamento

Nella Delibera n. 36 del 14 aprile 2020 della Corte dei conti Piemonte, il primo quesito richiesto è inammissibile, in