Ddl. riforma P.A.: per Squitieri l’abolizione della categoria dei Segretari comunali “non convince”

Ddl. riforma P.A.: per Squitieri l’abolizione della categoria dei Segretari comunali “non convince”

Non convince la previsione di un utilizzo dei segretari comunali inclusi nella fascia C come dirigenti responsabili dell’attuazione dell’indirizzo politico e del coordinamento dell’azione amministrativa anche presso Comuni di minori dimensioni,  attualmente privi di figure dirigenziali”. Così Raffaele Squitieri, Presidente della Corte dei conti, è intervenuto oggi in merito al delicato tema della revisione della figura dei Segretari comunali, durante l’Audizione tenutasi  presso la Commissione Affari costituzionali del Senato nell’ambito dell’indagine conoscitiva sul Ddl. delega sulla riforma della Pubblica Amministrazione (AS 1577).

La relazione relativa all’intervento del Presidente è stata pubblicata ieri sul sito internet istituzionale della Corte dei conti.

Secondo Squitieri la norma non garantisce risparmi in quanto “fa salvi i limiti derivanti dal contenimento della spesa di personale, ma entro tale ambito potrebbero comunque verificarsi esorbitanze di spesa, a fronte del conferimento di funzioni di scarsa utilità per enti di dimensioni particolarmente ridotte”.

 


Tags assigned to this article:
Corte dei contisegretari comunali

Related Articles

Amministratore comunale: contributi previdenziali

Nella Delibera n. 316 del 9 novembre 2017 della Corte dei conti Lombardia, viene chiesto se un Comune sia tenuto

Ici: esenzione per le “Camere di lavoro”

Nella Sentenza n. 19321 del 18 luglio 2019 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda l’attività svolta dalle “Camere

Iva: obbligo di emissione di FatturaPA anche nei confronti dell’Amministrazione di Giustizia da parte dei Ctu

L’Agenzia delle Entrate, con il Principio di diritto n. 13 del 12 agosto 2020, ha ricordato le modalità di fatturazione