Debiti fuori bilancio: “no” al riconoscimento durante l’esercizio provvisorio per gli Enti che hanno avviato un “Piano di riequilibrio”

Debiti fuori bilancio: “no” al riconoscimento durante l’esercizio provvisorio per gli Enti che hanno avviato un “Piano di riequilibrio”

Nella Delibera n. 177 del 13 maggio 2015 della Corte dei conti Sicilia un Sindaco, premesso che l’Ente ha deliberato il ricorso al “Piano di riequilibrio” (tuttora all’esame della Commissione ministeriale), chiede:

1) se sia corretto sotto il profilo contabile il pagamento del debito nascente da Sentenza divenuta esecutiva prima che il Consiglio comunale ne deliberi il riconoscimento come debito fuori bilancio;
2) se gli Uffici possano ritenersi autorizzati al pagamento dei debiti fuori bilancio, visto che l’Ente ha approvato e rimodulato il “Piano di riequilibrio finanziario” nell’anno 2014; ciò infatti presuppone che il Consiglio comunale

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Anticipazioni di liquidità ex Dl. n. 35/13: possono essere utilizzate per finanziare il disavanzo da riaccertamento straordinario?

Il testo del quesito: “Ai sensi dell’art. 2, comma 6, del Dl. n. 78/15, è possibile utilizzare le anticipazioni di

“Codice identificativo gara”: chiarimenti sui tempi per la corretta acquisizione e modalità operative

Con 2 Comunicati datati 13 luglio 2016, diffusi l’8 agosto 2016 sul sito istituzionale dell’Autorità nazionale Anticorruzione, il Presidente dell’Anac

Armonizzazione contabile: le indicazioni della Corte Sicilia

  Nella Delibera n. 167 del 22 aprile 2015 della Corte dei conti Sicilia, un Sindaco ha chiesto un parere