Debiti P.A.: i chiarimenti della Ragioneria generale dello Stato sul calcolo dell’Indicatore di tempestività dei pagamenti

Debiti P.A.: i chiarimenti della Ragioneria generale dello Stato sul calcolo dell’Indicatore di tempestività dei pagamenti

Con la Circolare del 22 luglio 2015, n. 22, pubblicata sul proprio sito istituzionale il 28 luglio 2015, il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, ha fornito una serie di indicazioni e chiarimenti in merito al calcolo dell’Indicatore di tempestività dei pagamenti delle P.A., di cui all’art. 8, comma 3-bis, del Dl. n. 66/14, convertito con modificazioni dalla Legge n. 89/14 (c.d. “Decreto Irpef”).

La Circolare ministeriale chiarisce il metodo di calcolo e le esclusioni da considerare per il calcolo di tale Indicatore, fornendo inoltre specifiche sulle modalità di attestazione ai fini dell’art. 41 del citato “Decreto Irpef”.


Related Articles

Personale Società partecipate: la giurisdizione sugli atti di assunzioni è del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 3136 del 23 febbraio 2015 del Tar Lazio, i Giudici si esprimono sulla insussistenza della giurisdizione del

Debiti P.A.: da quando deve essere pubblicato trimestralmente lo stock del debito commerciale scaduto ?

Il testo del quesito. “Sul sito del Comune in Sezione ‘Trasparenza’ deve essere pubblicato lo stock del debito commerciale (scaduto)

Conferimento di un incarico di staff a personale in quiescenza: legittimo purché non riguardi l’esercizio di funzioni dirigenziali

Nella Delibera n. 27 del 23 marzo 2016 della Corte dei conti Liguria, la richiesta di parere riguarda la eventuale