Decaro al Governo: “Fondi diretti ai Comuni per centrare l’obiettivo del rilancio”

Decaro al Governo: “Fondi diretti ai Comuni per centrare l’obiettivo del rilancio”

Anche la Corte dei conti, nell’audizione in Parlamento, ha riconosciuto il ruolo dei Comuni per l’attuazione del ‘Recovery Plan’: in questi anni sono aumentati gli interventi di nostra competenza, rilevano i Giudici contabili, dal 2012 a oggi sono stati attivati oltre 185.000 Progetti, con un incremento del 30% nel periodo tra il 2018 e il 2019. Destinare i finanziamenti direttamente ai Comuni è essenziale se si vuole che il ‘Piano nazionale di ripresa e resilienza’ si traduca rapidamente in interventi e azioni”. E’ quanto affermato dal Presidente dell’Anci e Sindaco di Bari, Antonio Decaro, e reso noto attraverso un Comunicato diramato sul sito istituzionale dell’Associazione.

Decaro ha evidenziato di aver insistito, nell’ambito dei confronti relativi al “Pnrr” che si sono tenuti nei giorni scorsi con il Governo, sulla centralità del ruolo dei Comuni per la riuscita dell’impresa del rilancio. “I Comuni – ha detto – possono e vogliono contribuire allo sforzo dell’intero Paese per rialzarsi. Per cogliere un obiettivo ambizioso e vitale, è indispensabile che i Comuni siano destinatari diretti di alcuni fondi e che si garantisca un iter snello delle procedure di spesa. Il ‘Piano’ si sta delineando. Aspettiamo di conoscere il dettaglio rispetto alla governance che ci auguriamo assicuri investimenti tempestivi e una ricaduta efficace di sviluppo sui territori”.

Il Sindaco di Firenze e coordinatore delle Città metropolitane, Dario Nardella, dal canto suo, ha messo l’accento sull’importanza di assegnare fondi diretti a Comuni e Città, senza intermediazioni di altri livelli istituzionali che rischierebbero di causare ritardi e colli di bottiglia. “Perché la spesa sia efficace – ha detto ancora Nardella – occorre da un lato facilitare assunzioni di professionalità adeguate in deroga alle procedure ordinarie, dall’altro assicurare procedure semplici per passare rapidamente dal Progetto al cantiere”.


Related Articles

Servizi pubblici: la giurisdizione sulla controversia su una clausola penale tra Comune e Società affidataria è del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 114 del 12 gennaio 2015 del Tar Campania, i Giudici affermano che il rapporto intercorrente tra una

Incarichi in Enti e Società controllate: limiti al conferimento per i lavoratori in quiescenza

Nella Delibera n. 425 del 6 dicembre 2019 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha chiesto: 1) se sia

Incarico di Revisore di un Ente Locale a dipendente pubblico: necessaria autorizzazione della P.A.

Un dipendente pubblico può svolgere l’incarico di Revisore di un Ente Locale ma è necessario che l’Ente di appartenenza dia

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.