“Decreto Enti Locali”: il Governo valuterà correttivi in materia di Polizia provinciale e Centri per l’impiego

“Decreto Enti Locali”: il Governo valuterà correttivi in materia di Polizia provinciale e Centri per l’impiego

È indiscutibile che servano correzioni importanti a cui si potrà procedere sia per via parlamentare che nella prossima ‘Legge di stabilità’. Mi riferisco in modo particolare ai temi dei Centri per l’impiego e a quello della Polizia provinciale. Per il primo, sappiamo che non bastano, ma ricordo che nel ‘Decreto Enti Locali’ sono stati stanziati 70 milioni a fondo perduto per il biennio 2015-2016. Quanto alla Polizia provinciale, ritengo che la funzioni connesse alla tutela ambientale e la possibilità di assumere stagionali debbano essere salvaguardata. Queste valutazioni potranno trovare spazio durante la conversione del Decreto e far parte della discussione parlamentare”. A dichiararlo, a margine del Seminario “Il riordino istituzionale in Emilia-Romagna”, svoltosi il 26 giugno 2015 a Bologna, è stato il Sottosegretario di Stato per gli Affari regionali, Gianclaudio Bressa.

Il Sottosegretario ha definito il “cantiere della riforma” ancora aperto, invitando gli Amministratori che hanno manifestato malcontento con riferimento all’applicazione della “Legge Delrio” a cambiare prospettiva culturale, evidenziando ad esempio che l’introduzione del criterio della spesa storica efficientata ha consentito di superare la brutalità dei tagli lineari, in attesa che siano pienamente affinati i criteri dei fabbisogni standard.

Bressa ha anche espresso grande apprezzamento per la Legge regionale di riordino delle funzioni dell’Emilia Romagna, definendola “una delle più raffinate interpretazioni della ‘Legge Delrio’. Un modello che dimostra non solo che la legge si può attuare, ma che è anche il motore del cambiamento istituzionale per le Autonomie locali”.


Related Articles

Posizioni organizzative: limite di spesa negli Enti privi di dirigenza

Nella Delibera n. 20 del 30 gennaio 2019 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha formulato una richiesta di

Lavori pubblici: lo scostamento tra tasso d’inflazione reale e programmato nel 2014 è stato inferiore al 2%

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 103 del 6 maggio 2015 il Decreto 24 aprile 2015 del Ministero delle Infrastrutture

Tasi: se colpisce solo una categoria è illegittima

Nella Sentenza n. 1927 del 2 settembre 2015 del Tar Lombardia, i Giudici rilevano che, a tenore dei lavori preparatori