“Decreto Milleproroghe”: approvato dal Consiglio dei Ministri il testo definitivo

“Decreto Milleproroghe”: approvato dal Consiglio dei Ministri il testo definitivo

È stato approvato nel Consiglio dei Ministri del 21 dicembre 2019 il testo definitivo del Decreto-legge c.d. “Milleproroghe”, che introduce alcune disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle Pubbliche Amministrazioni, nonché di innovazione tecnologica.

In una breve panoramica, qui di seguito le principali disposizioni approvate:

  • la proroga al 31 dicembre 2021 della transizione verso il mercato libero dell’energia;
  • l’estensione al 31 dicembre 2021 dei termini per la stabilizzazione dei precari della Pubblica Amministrazione;
  • la proroga fino al 31 dicembre 2020 del cosiddetto “Bonus verde” sulle spese sostenute per gli interventi di sistemazione di giardini, terrazze e parti comuni di edifici condominiali;
  • il rinvio al 31 luglio 2020 dell’adeguamento delle tariffe autostradali;
  • la proroga della durata di stati di emergenza già dichiarati e della scadenza della presentazione di atti relativi alle quantificazioni dei danni subiti a causa di calamità naturali.

Vengono altresì inserite alcune norme che disciplinano l’assunzione del personale negli Enti Locali: in special modo, si procederà allo sblocco delle assunzioni nelle Province e Città metropolitane oltre che per le Forze di polizia. Altre norme prevedono la disciplina in materia di concessioni autostradali, ed infine alcune norme sull’innovazione tecnologica.


Related Articles

Consiglio dei Ministri: al via l’esame del “Def”, per il 2015 atteso un incremento del Pil dello 0,7%

Il Consiglio dei Ministri, riunitosi ieri 7 aprile a Palazzo Chigi, ha avviato – su proposta del Ministro dell’Economia e

Dichiarazione “Irap/2018”: il Modello e le Istruzioni ministeriali con le novità del Quadro IS sulle “integrative a favore”

Con il Provvedimento 31 gennaio 2018, Prot. n. 24865, l’Agenzia delle Entrate ha approvato la versione definitiva del Modello “Irap/2018”

Imposta di soggiorno: la Corte dei conti Toscana ribadisce che l’albergatore è Agente contabile

Nella Sentenza n. 81 del 27 marzo 2018 della Corte dei conti, Sezione Giurisdizionale per la Toscana, viene condannata una

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.