“Dichiarazione precompilata 2018”: nuove specifiche tecniche per la trasmissione dei dati

“Dichiarazione precompilata 2018”: nuove specifiche tecniche per la trasmissione dei dati

Con 4 provvedimenti diffusi dall’Agenzia delle Entrate il 6 febbraio 2018, sono state aggiornate le specifiche tecniche e le modalità per la trasmissione all’Anagrafe tributaria, per i contribuenti interessati, dei dati relativi ad alcune tipologie di spese effettuate nel corso del 2017 con lo scopo di fornire al contribuente una “Dichiarazione precompilata 2018” più chiara e completa.

Con 2 Decreti Mef datati 30 gennaio 2018, in G.U. n. 30 del 6 febbraio 2018, viene altresì disciplinata la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi alle rette pagate dai genitori per la frequenza degli Asili nido (sia pubblici sia privati) da parte dei figli [detrazione Irpef del 19%, per un importo complessivamente non superiore a Euro 632 annui per ogni figlio] e relativi alle erogazioni liberali effettuate dai contribuenti a favore di Onlus, Associazioni di promozione sociale, Fondazioni e ulteriori Associazioni.

Riassumiamo di seguito le novità principali dei 4 Provvedimenti riguardanti la comunicazioni dei dati relativi a:

  • spese per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti condominiali: il Provvedimento 6 febbraio 2018, Prot. n. 30383, aggiorna le specifiche tecniche e rivede alcuni aspetti concernenti la trasmissione e la relativa ricevuta di acquisizione dei Codici fiscali;
  • pagamenti effettuati con bonifico per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici: in questo caso, con Provvedimento 6 febbraio 2018, n. 30434, vengono sostituite le specifiche tecniche allegate al Provvedimento Agenzia delle Entrate 30 maggio 2014; i nuovi tracciati contengono una causale che consente di individuare i bonifici relativi alle spese per l’arredo degli immobili ristrutturati;
  • contributi versati alle forme pensionistiche complementari: il Provvedimento 6 febbraio 2018, Prot. n. 30549, cambia le specifiche tecniche rispetto a quelle allegate al Provvedimento Agenzia delle Entrate 27 gennaio 2017. L’aggiornamento in oggetto adegua i tracciati alla previsione dell’obbligatorietà, a partire dai dati relativi al 2018, dell’indicazione del Codice fiscale di coloro che sostengono la spesa se diverso dalla persona iscritta alla forma di previdenza complementare;
  • spese sanitarie rimborsate: in allegato al Provvedimento 6 febbraio 2018, n. 30472, i “tracciati record” che modificano quelli del 27 gennaio 2017, consentendo così l’acquisizione delle informazioni riguardanti i contributi detraibili o deducibili, ricevuti dai soggetti che erogano i rimborsi delle spese sanitarie.

Le nuove specifiche tecniche si differenziano anche rispetto alla bozza già disponibile sul sito delle Entrate.

L’Agenzia delle Entrate ricorda infine che comunicherà tempestivamente, nell’apposita Sezione del proprio sito, eventuali successive e ulteriori correzioni delle specifiche tecniche.

Per maggior dettaglio delle specifiche tecniche, rimandiamo al contenuto dei relativi Provvedimenti e Decreti.


Related Articles

Riscossione: istituiti i codici-tributo per il versamento della sanzione destinata ai contribuenti che producano documentazione falsa

Con la Risoluzione n. 14/E del 22 marzo 2016, l’Agenzia delle Entrate ha reso noti i codici-tributo da utilizzare per

E-fattura: in una Circolare forniti nuovi interessanti chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate in vista del debutto a gennaio 2019

Come noto, i commi 916 e successivi dell’art. 1 della Legge n. 205/17 (“Legge di bilancio 2018”), hanno esteso dal

Riduzione canoni locazione P.A.: si applica anche nel caso in cui il proprietario sia un Ente Locale

Nella Delibera n. 76 del 21 maggio 2015 della Corte dei conti Piemonte, un Sindaco espone che in data 19