Difetto di sottoscrizione: non porta alla nullità

Difetto di sottoscrizione: non porta alla nullità

Nell’Ordinanza n. 1545 del 22 gennaio 2018 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda il difetto di sottoscrizione da parte del funzionario competente di alcune cartelle di pagamento recanti l’iscrizione a ruolo per tributi.

La Suprema Corte chiarisce che il difetto di sottoscrizione in questione non incide sulla validità dell’iscrizione a ruolo. Infatti, il ruolo si intende formato e reso esecutivo anche mediate l’avvenuta validazione dei dati, come stabilito dall’art. 1, comma 5-ter, lett. e), del Dl. n. 106/05.

Il difetto di sottoscrizione del ruolo da parte del capo dell’Ufficio, al pari della mancanza di sottoscrizione della cartella di pagamento, quando non è in dubbio la riferibilità di questo all’Autorità da cui promana, non incide in alcun modo sulla validità dell’iscrizione a ruolo del tributo, poiché si tratta di atto interno e privo di autonomo rilievo esterno, trasfuso nella cartella da notificare al contribuente

Infine, aggiunge la Suprema Corte che il ruolo esattoriale, quale atto amministrativo, è assistito da una presunzione di legittimità che spetta al contribuente superare mediante prova contraria; prova che il contribuente era in grado di ottenere tramite istanza di accesso.


Related Articles

“Servizi scolastici”: emanato il Dm. con i prezzi di copertina dei libri di testo della Scuola primaria per l’A.s. 2019/2020

Con il Decreto n. 367 datato 17 aprile 2019, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione generale per

Sistema fiscale: le indicazioni dell’Atto di indirizzo Mef sugli obiettivi per gli anni 2017-2019

E’ stato diramato lo scorso 26 novembre 2016 un Atto di indirizzo per il conseguimento degli obiettivi di politica fiscale

Cartella notificata a mezzo raccomandata al Portiere: è valida anche nel caso in cui non segua una seconda raccomandata

Nell’Ordinanza n. 17445 del 13 luglio della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono sulla necessità dell’invio della