Digitalizzazione P.A.: le indicazioni Agid per realizzare i siti web dei Comuni

Digitalizzazione P.A.: le indicazioni Agid per realizzare i siti web dei Comuni

Dai colori al layout, passando per la struttura dei sommari, la gestione delle immagini e le indicazioni sull’inserimento dei collegamenti: sono solo alcuni degli aspetti relativi alla realizzazione di siti web istituzionali dei Comuni, trattati dalle apposite “Linee guida” elaborate e pubblicate dall’Agid il 4 luglio 2016.

Il filo conduttore delle indicazioni dell’Agenzia è la ricerca della massima semplicità e chiarezza dei siti, da perseguire attraverso “un’identità grafica coerente, un’architettura dell’informazione semplificata e una standardizzazione dei principali elementi che compongono un sito web (interfacce, colori, font)”. L’intento del progetto è quello di rendere i siti delle Amministrazioni affini tra loro in maniera tale da rendere immediata la consultazione e l’individuazione di determinate sezioni e informazioni.

A fare da apri-pista in questo senso sono stati i Comuni di Matera e Biella che, in collaborazione con l’Agid, hanno già dato un volto nuovo ai propri portali istituzionali.

Riportiamo qui di seguito alcune informazioni estrapolate dalle Linee guida, rimandando, per la consultazione integrale, al seguente link: http://design.italia.it/.

Il progetto

Progettare e sviluppare correttamente un sito web significa semplificare l’accesso alle informazioni, ai servizi e alle procedure. Queste sono spesso le attività più sottovalutate nel processo di produzione. È utile richiamare pertanto i principi ispiratori nella progettazione di un sito web della Pubblica Amministrazione.

Prima il cittadino

Il cittadino è il soggetto principale cui è rivolto il sito web. Le scelte progettuali devono garantire le migliori condizioni di utilizzo e il più ampio accesso possibile ai servizi, indipendentemente dalla cultura, dall’età e dalle competenze informatiche degli utilizzatori.

Essere chiari

Scrivere in modo chiaro, semplice e sintetico aiuta a chiarire le idee. È necessario uno sforzo per superare il linguaggio burocratico e specialistico che spesso caratterizza la Pubblica Amministrazione. Essere chiari permette di non escludere quei cittadini che per età, cultura o capacità, non hanno dimestichezza con il linguaggio della pubblica amministrazione.

Facilitare

Semplificare non è semplice. La facilitazione delle procedure è un passaggio essenziale per il successo dei siti e dei servizi digitali. Ridurre al minimo i passaggi, predisporre strumenti intuitivi, permettere il recupero degli errori, gratificare l’utente costituiscono gli obiettivi essenziali che la pubblica amministrazione deve compiere per il successo del sito e del servizio on line. Il processo che viene definito come Design Thinking costituisce un valido strumento per costruire percorsi facilitati.

Essere inclusivi

La costruzione di ogni componente del progetto di un sito deve essere improntata alla massima inclusività. I principi di usabilità, accessibilità e leggibilità devono caratterizzare l’intero sistema.

Disegno coerente, non uniforme

Le linee guida intendono predisporre un sistema condiviso di riferimenti visivi, in una costruzione dinamica in continuo aggiornamento”.


Related Articles

“Fondo di solidarietà comunale”: aggiornate le quote 2015 spettanti ai Comuni alla luce del “Decreto Enti Locali”

  Il Ministero dell’Interno-Direzione centrale della Finanza locale, ha pubblicato il 16 luglio 2015 sul proprio Portale istituzionale i dati

Lavoratore assunto mediante Convenzione con altra P.A.: rientra nel computo dell’art. 9, comma 28, del Dl. n. 78/10

Nella Delibera n. 92 del 28 aprile 2016 della Corte dei conti Abruzzo, viene chiesto un chiarimento sulla portata applicativa

Finanza pubblica:definite le modalità di recupero del contributo a carico di Province e Città metropolitane

Con il Comunicato 29 novembre 2016, il Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali – ha reso